Italia markets closed
  • FTSE MIB

    27.061,40
    -508,60 (-1,84%)
     
  • Dow Jones

    34.396,21
    -319,18 (-0,92%)
     
  • Nasdaq

    13.892,06
    -261,96 (-1,85%)
     
  • Nikkei 225

    27.522,26
    -250,67 (-0,90%)
     
  • Petrolio

    84,48
    -1,07 (-1,25%)
     
  • BTC-EUR

    33.525,28
    -4.391,05 (-11,58%)
     
  • CMC Crypto 200

    890,81
    +648,13 (+267,07%)
     
  • Oro

    1.829,50
    -13,10 (-0,71%)
     
  • EUR/USD

    1,1346
    +0,0028 (+0,25%)
     
  • S&P 500

    4.422,18
    -60,55 (-1,35%)
     
  • HANG SENG

    24.965,55
    +13,20 (+0,05%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.229,56
    -70,05 (-1,63%)
     
  • EUR/GBP

    0,8366
    +0,0049 (+0,58%)
     
  • EUR/CHF

    1,0343
    -0,0031 (-0,30%)
     
  • EUR/CAD

    1,4259
    +0,0119 (+0,84%)
     

Davis, Italia: il sogno è finito

·2 minuto per la lettura
Tennis - Davis Cup Quarter-Final - Italy v Croatia - Pala Alpitour, Turin, Italy - November 29, 2021   Italy's Fabio Fognini reacts during his match with Jannik Sinner against Croatia's Nikola Metic and Mate Pavic REUTERS/Massimo Pinca (Photo: MASSIMO PINCA via REUTERS)
Tennis - Davis Cup Quarter-Final - Italy v Croatia - Pala Alpitour, Turin, Italy - November 29, 2021 Italy's Fabio Fognini reacts during his match with Jannik Sinner against Croatia's Nikola Metic and Mate Pavic REUTERS/Massimo Pinca (Photo: MASSIMO PINCA via REUTERS)

L’Italia del tennis è stata eliminata nei quarti di Coppa Davis dalla Croazia, che ora volerà a Madrid per giocare le Final Four in programma da venerdì a domenica: a sfidarla in semifinale, la vincente di Serbia-Kazakistan.
Gli azzurri guidati dal capitano Filippo Volandri si sono arresi alla coppia Mate Pavic-Nikola Mektic, numero 1 e 2 della specialità, contro i quali nulla ha potuto il duo Jannik Sinner-Fabio Fognini, con l’altoatesino numero 10 al mondo in campo a sorpresa pochi minuti dopo aver battuto Marin Cilic, sostituendo Simone Bolelli. Risultato: 6-3, 6-4 e 2-1 finale per i croati.
Al Pala Alpitour di Torino il punto decisivo è arrivato dopo la situazione di parità al termine dei due singolari. Infatti il primo incontro si era risolto a favore di Borna Gojo: il numero 279 del mondo ha battuto Lorenzo Sonego 6-7(2), 2-6, 6-2. “Ho avvertito la pressione- ha detto il torinese nel dopogara- ma fa parte del gioco. Con più esperienza, che si forma anche da incontri come questo, potrò migliorare anche sotto questo aspetto. Non so perché, ma nel terzo set mi sentivo più lento, così ho perso alcuni punti decisivi giocando male. Non era facile giocare a Torino, che è la mia città: ci tengo a giocare bene davanti alla mia gente, ai miei amici e alla mia famiglia. Da un lato è bello, dall’altro è difficile. Devo imparare da queste sconfitte”.
A tenere gli Azzurri in corsa ci ha pensato poi Sinner, riuscendo ad avere la meglio in rimonta su Marin Cilic, numero 30 della classifica (in passato anche numero 3 al mondo), battuto 3-6, 7-6(4), 6-3. “Non è stata facile ma ho dato il mio meglio”, le parole a fine gara dell’azzurro.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli