Italia markets closed
  • FTSE MIB

    27.061,40
    -508,60 (-1,84%)
     
  • Dow Jones

    34.265,37
    -450,02 (-1,30%)
     
  • Nasdaq

    13.768,92
    -385,10 (-2,72%)
     
  • Nikkei 225

    27.522,26
    -250,67 (-0,90%)
     
  • Petrolio

    84,83
    -0,72 (-0,84%)
     
  • BTC-EUR

    31.410,03
    -299,43 (-0,94%)
     
  • CMC Crypto 200

    870,86
    +628,18 (+258,85%)
     
  • Oro

    1.836,10
    -6,50 (-0,35%)
     
  • EUR/USD

    1,1348
    +0,0031 (+0,27%)
     
  • S&P 500

    4.397,94
    -84,79 (-1,89%)
     
  • HANG SENG

    24.965,55
    +13,20 (+0,05%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.229,56
    -70,05 (-1,63%)
     
  • EUR/GBP

    0,8370
    +0,0053 (+0,64%)
     
  • EUR/CHF

    1,0341
    -0,0033 (-0,32%)
     
  • EUR/CAD

    1,4273
    +0,0133 (+0,94%)
     

DAX: indice mira ai massimi assoluti

·1 minuto per la lettura

Nelle scorse sedute di contrattazioni le quotazioni del DAX hanno proseguito il trend ascendente superando con forza il livello tondo e psicologico dei 16.000 punti e avvicinandosi ai massimi assoluti registrati a novembre 2021. Visto il forte eccesso rialzista si potrebbe attendere un movimento correttivo prima di entrare a mercato in linea con il trend dominante. Se la situazione di ipercomprato dovesse essere riassorbita, le quotazioni avrebbero la possibilità di scendere al di sotto del supporto a 15.800 punti, dove passa il livello orizzontale lasciato in eredità dai massimi segnati a giugno e luglio 2021. Se ciò dovesse accadere, si potrebbe assistere ad una prima flessione verso i 15.600 punti, con i corsi che avrebbero la possibilità di mirare ai 15.400 punti, dove passa la trendline disegnata con i massimi del 13 agosto e 7 settembre 2021. Da un punto di vista operativo, si potrebbero sfruttare eventuali ritorni sulla zona di concentrazione di domanda a 15.500 punti per valutare strategie rialziste con ampio rapporto di rischio/rendimento. Lo stop loss sarebbe identificabile a 15.280 punti, mentre l’obiettivo sarebbe posizionabile a 16.000 punti. Al contrario, l’operatività short sarebbe valutabile nell’eventualità di una discesa al di sotto dei 15.800 punti. Lo stop loss sarebbe posizionabile a 16.000 punti e il target collocabile a 15.500 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 15.500 punti con stop loss a 15.280 punti e obiettivo a 16.000 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 13.500,32 NLBNPIT10L82 OPEN END

TURBO LONG 13.086,26 NLBNPIT10BC6 OPEN END

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 15.800 punti con stop loss a 16.000 punti e obiettivo a 15.500 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 17.552,00 NLBNPIT125S2 OPEN END

TURBO SHORT 17.936,63 NLBNPIT125T0 OPEN END

Autore: Investimenti Bnp Paribas Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli