Italia markets close in 52 minutes
  • FTSE MIB

    22.867,32
    -216,23 (-0,94%)
     
  • Dow Jones

    31.441,10
    +49,58 (+0,16%)
     
  • Nasdaq

    13.183,98
    -174,80 (-1,31%)
     
  • Nikkei 225

    29.559,10
    +150,93 (+0,51%)
     
  • Petrolio

    60,71
    +0,96 (+1,61%)
     
  • BTC-EUR

    42.111,88
    +721,82 (+1,74%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.015,54
    +27,45 (+2,78%)
     
  • Oro

    1.709,80
    -23,80 (-1,37%)
     
  • EUR/USD

    1,2066
    -0,0022 (-0,18%)
     
  • S&P 500

    3.850,31
    -19,98 (-0,52%)
     
  • HANG SENG

    29.880,42
    +784,56 (+2,70%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.692,04
    -15,68 (-0,42%)
     
  • EUR/GBP

    0,8655
    -0,0002 (-0,02%)
     
  • EUR/CHF

    1,1068
    +0,0011 (+0,10%)
     
  • EUR/CAD

    1,5247
    -0,0025 (-0,16%)
     

DAX: segnali positivi dai compratori

Investimenti Bnp Paribas
·2 minuto per la lettura

Nella seduta di ieri le quotazioni dell’indice di Borsa DAX hanno fornito un’importante prova di forza che gli ha permesso di annullare il modello Engulfing bearish disegnato sul grafico giornaliero. I prezzi sono riusciti a rimbalzare in area 13.350 punti, dove sono riusciti a dare vita a un impulso che li ha portati alla violazione della linea di tendenza ottenuta collegando i massimi del 26 e 27 gennaio 2020. A questo punto l’ostacolo di breve più importante per i corsi è quello rappresentato dall’area compresa tra i 13.650 e i 13.715 punti. Se questo ostacolo dovesse venire superato, per le quotazioni si aprirebbero scenari positivi fino a 13.850 punti, dove passa la trendline che collega i massimi dell’8 e 25 gennaio 2021. Per ritornare ad avere il controllo della situazione, i venditori dovrebbero riuscire a tornare sotto i 13.400 punti, dove riuscirebbero ad effettuare il breakout del livello dinamico che unisce i minimi del 28 a quelli del 29 gennaio 2021. Passando al fronte operativo, si potrebbero valutare strategie di matrice long in caso di superamento dei 13.650 punti. In questa eventualità lo stop loss sarebbe localizzato a 13.560 punti, mentre il target a 13.800 punti. Per quanto riguarda l’operatività di stampo short invece, questa potrà essere innescata in caso di discese al di sotto dei 13.560 punti. Lo stop loss sarebbe localizzato a 13.670 punti, mentre l’obiettivo a 13.440 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long possono essere valutate da 13.650 punti con stop loss a 13.560 punti e target a 13.800 punti.

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 13.560 punti con stop loss a 13.670 punti e target a 13.440 punti.

Autore: Investimenti Bnp Paribas Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online