Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.965,63
    -127,47 (-0,55%)
     
  • Dow Jones

    31.496,30
    +572,16 (+1,85%)
     
  • Nasdaq

    12.920,15
    +196,68 (+1,55%)
     
  • Nikkei 225

    28.864,32
    -65,78 (-0,23%)
     
  • Petrolio

    66,28
    +2,45 (+3,84%)
     
  • BTC-EUR

    41.723,42
    +722,05 (+1,76%)
     
  • CMC Crypto 200

    982,93
    +39,75 (+4,21%)
     
  • Oro

    1.698,20
    -2,50 (-0,15%)
     
  • EUR/USD

    1,1916
    -0,0063 (-0,52%)
     
  • S&P 500

    3.841,94
    +73,47 (+1,95%)
     
  • HANG SENG

    29.098,29
    -138,51 (-0,47%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.669,54
    -35,31 (-0,95%)
     
  • EUR/GBP

    0,8612
    -0,0004 (-0,05%)
     
  • EUR/CHF

    1,1085
    -0,0036 (-0,32%)
     
  • EUR/CAD

    1,5068
    -0,0094 (-0,62%)
     

DAX: struttura tecnica inizia a deteriorarsi

Investimenti Bnp Paribas
·2 minuto per la lettura

Nella seduta di ieri le quotazioni dell’indice di Borsa DAX hanno dato vita a un segnale particolarmente negativo. Sul grafico giornaliero infatti si evidenzia come i prezzi abbiano effettuato la violazione della linea di tendenza ottenuta collegando i minimi del 29 gennaio e del 12 febbraio 2021. A questo punto, sembra naturale attendersi un ritorno dell’indice di Borsa verso la successiva area di concentrazione di domanda posta a 13.750 punti, dove passano la trendline che unisce i massimi dell’8 e 21 gennaio 2021 e il livello orizzontale espresso dai massimi del 18 dicembre 2020. Dal timeframe a 30 minuti la situazione di potenziale debolezza viene confermata. I corsi hanno confermato il modello di doppio massimo evidenziato nella newsletter di ieri innescando un deciso ribasso. Anche in tal caso si nota l’importanza del supporto posto in zona 13.700-13.750 punti, corrispondente anche al 50% del ritracciamento di Fibonacci disegnato dai minimi del 28 gennaio ai top dell’8 febbraio 2021. Dal punto di vista operativo, strategie short potrebbero essere valutate nell’eventualità di un ritorno veloce verso l’ex sostegno a 14.000 punti. Lo stop loss sarebbe localizzato a 14.085 punti, mentre l’obiettivo a 13.850 punti. Per quanto riguarda i long invece, questi sarebbero valutabili nell’eventualità di un approdo sul supporto posto a 13.700 punti con stop loss a 13.600 punti e target a 13.850 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 14.000 punti con stop loss a 14.085 punti e obiettivo a 13.850 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 12.250,0000 NLBNPIT10WU4 16/06/2021

TURBO LONG 12.500,0000 NLBNPIT10CM3 16/06/2021

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short possono essere valutate da 13.700 punti con stop loss a 13.600 punti e target a 13.850 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 15.500,0000 NLBNPIT10CU6 16/06/2021

TURBO SHORT 15.2500000 NLBNPIT10WX8 16/06/2021

Autore: Investimenti Bnp Paribas Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online