Italia Markets closed

##Dbrs conferma rating Italia: stabilità governo futuro a rischio -2-

A24/Spa

New York, 13 gen. (askanews) - Sul piano economico-finanziario, stimando che il 2017 si sia chiuso per l'Italia con una espansione dell'1,5%, l'agenzia di rating calcola che nel 2018 ci sarà un passo di crescita "simile"; in entrambe i casi, le previsioni sono in linea a quelle del governo. Per l'anno appena iniziato, "gli investimenti, sostenuti da un'espansione degli incentivi fiscali, potrebbero fare da traino", ha scritto Dbrs nel suo rapporto non mancando di ricordare che l'Italia "resta tra i Paesi con le peggiori performance di crescita in Europa soprattutto per via delle ancora deboli dinamiche della produttività", ma anche per via di "bassi investimenti nell'istruzione, nella ricerca e sviluppo, di una competitività debole e di bassi tassi di occupazione".

A suo favore, il nostro Paese ha un settore manifatturiero "che è il secondo più grande in Europa e che sta consentendo all'Italia di godere della ripresa ciclica". C'è anche il debito del settore privato: è "solido" ed è "uno dei più bassi tra le economie avanzate, cosa che mitiga il rischio alla stabilità finanziaria". Inoltre, dopo un anno in cui "i rischi sistemici nel sistema bancario sono calati", Dbrs si aspetta ulteriori cessioni di non performing loan (Npl); questi ultimi restano tuttavia elevati al punto da "condizionare la capacità del settore di agire come intermediario finanziario a sostegno dell'economia". (Segue)