Italia markets closed
  • Dow Jones

    35.746,74
    +69,72 (+0,20%)
     
  • Nasdaq

    15.207,62
    +117,42 (+0,78%)
     
  • Nikkei 225

    28.600,41
    -204,44 (-0,71%)
     
  • EUR/USD

    1,1610
    -0,0035 (-0,30%)
     
  • BTC-EUR

    54.761,14
    +2.597,82 (+4,98%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.518,01
    +1.275,33 (+525,52%)
     
  • HANG SENG

    26.132,03
    +5,10 (+0,02%)
     
  • S&P 500

    4.567,26
    +22,36 (+0,49%)
     

Debiti-Pil in rialzo con pandemia, Lagarde (Bce): non c'erano altre opzioni. Ora giusti investimenti con Next Generation EU

·1 minuto per la lettura

"Credo che tutti i paesi del mondo abbiano aumentato e abbiano dovuto aumentare i loro debiti in rapporto al Pil". Così la presidente della Bce Christine Lagarde, nel corso di un'intervista rilasciata a Bloomberg il 13 settembre scorso, e pubblicata sul sito della Bce nella giornata di ieri. Lagarde ha risposto alla domanda se sia preoccupata per i debiti di Francia, Germania o Italia. "Quando si è in presenza di questo aumento significativo dei debiti e di un forte calo del Pil, ovviamente si finisce per avere quei ratio che appaiono più alti, e sono più alti, rispetto a quanto avvenuto in precedenza - ha continuato Lagarde - Ma non c'erano altre opzioni o possibilità di fare diversamente. Credo che la storia della pandemia sarebbe stata molto peggio di quella che abbiamo visto. Ora, la questione è canalizzare i finanziamenti verso gli investimenti giusti, essere sicuri che le economie si riprendano nella forma giusta, con riforme strutturali che aumentino la loro produttività e che le posizioni a essere più digitali e più green. Credo che questo Next Generation EU, che è stato ormai votato un anno fa, aiuterà i paesi a convergere meglio e a ridurre il gap che esisteva tra alcuni dei paesi europei del Sud e quelli europei del Nord. Questo è sicuramente un obiettivo".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli