La decade d'oro delle azioni

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
BELI.PA30,200,22
NKE73,390,71

Partecipa al nuovo incontro gratuito dal titolo: Come costruire un Portafoglio Forex e Diversificare il Rischio gratuito che Renato Decarolis terrà il prossimo 14 febbraio alle ore 18.30, rivolto sia a chi ha già una certa esperienza sul Forex, sia a chi non ha mai operato su tale mercato, ma che è comunque interessato a scoprire le potenzialità che ne offre. Le (Parigi: FR0000072399 - notizie) iscrizioni sono aperte.

Dopo lo scoppio della bolla delle dot-com (marzo 2000 al marzo 2009) cosa che non solo ha ritardato di un decennio lo sviluppo delle società via Internet ma ha anche dato vita a un mercato orso che a sua volta è sfociato nell’attuale crisi, molti investitori devono ancora riprendersi dallo shock. Una paura che è continuata per tutti i mesi del 2012, soprattutto in base a Europa e Cina. Già a novembre Arne Aslin dal sito di Seeking Alpha, faceva notare come fossero pronti gli ingredienti per un mercato toro secolare e cioè: pessimismo estremo unito a sottovalutazione materiale. Due elementi a dir poco esplosivi che hanno portato la maggior parte di loro a evitare gli stock e preferire addirittura fondi a interessi minimi o addirittura negativi sui rendimenti reali. Nei mercati orso precedenti, almeno, gli investitori avevano alternative decenti. Durante il crollo del 1987, gli investitori sono stati attratti da rendimenti finanziari che toccavano anche il 7%, mentre oggi sono a dir poco una punizione autoinflitta. E così anche per le alternative di oggi. Sempre stando alle opinioni di Aslin, durante il mercato toro (anch’esso secolare) del 1982, al contrario, tutto ha funzionato: azioni, obbligazioni, immobili, anche i contanti pagati al 7%. In altre parole si sarebbe potuti entrare nel mercato dalla porta principale ed uscirne altrettanto allegramente 18 anni dopo. Arrivederci e grazie.

, Ma la tendenza secolare iniziato nel marzo 2009 ha una linea diversa, anzi un binario: ricchi in azioni a puntare su una economia in crescita, gli altri ancora a credere ai bond e alla liquidità. Ma in questo secondo caso, per il fondatore di Alsin Capital Management, c’è ancora una possibilità di salvezza, infatti esiste la possibilità di trovarsi in un mercato rialzista primario. Sempre che si sappia come sfruttare i margini di guadagno potenzialmente rimasti analizzando gli elementi a favore.

Debito: il problema riguarda soprattutto l’Europa e soprattutto la Grecia ma non è una questione a breve termine, s’individua perciò una strada lunga e i vantaggi che arrivano dal vecchio continente non parlano di crescita ma di speculazione a breve. Per individuare la crescita ci sono altri catalizzatori più importanti come il boom dell'energia emergente che anche i tori più convinti non avrebbe potuto prevedere, un rimbalzo sull’azionario e l’inflazione. In questo caso la variabile causa effetto (aumento dell’allentamento monetario=aumento dell'inflazione) potrebbe non essere matematica grazie al contrappeso della deflazione rapida in molti settori dell'economia, non ultimo dei quali è la tecnologia Ancora: i margini di profitto a massimi storici, vero. Ma è un falso dire che i margini sono destinati a tornare a essere caratterizzanti: si ignora la separazione delle strutture operative aziendali, che è il dato che crea la forza duratura. Un esempio: Nike (NYSE: NKE - notizie) è riuscita nell’impresa di migliorarsi, non per crescita ma grazie ad outsourcing e razionalizzazione delle spese.

Per adesso molti assaggiano l’aria che tira ma prima di farsi passare la paura, ci vorrà ancora del tempo. E durante questo periodo gli investitori possono costruire pian piano una fortuna.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.819,48 0,66% 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.189,81 0,44% 17:50 CEST
Ftse 100 6.703,00 0,42% 17:35 CEST
Dax 9.548,68 0,05% 17:45 CEST
Dow Jones 16.508,72 0,04% 21:12 CEST
Nikkei 225 14.404,99 0,97% 08:00 CEST

Ultime notizie dai mercati