Italia markets open in 8 hours 57 minutes
  • Dow Jones

    34.715,39
    -313,26 (-0,89%)
     
  • Nasdaq

    14.154,02
    -186,23 (-1,30%)
     
  • Nikkei 225

    27.772,93
    +305,70 (+1,11%)
     
  • EUR/USD

    1,1315
    -0,0032 (-0,28%)
     
  • BTC-EUR

    36.419,62
    -955,04 (-2,56%)
     
  • CMC Crypto 200

    992,43
    -2,83 (-0,28%)
     
  • HANG SENG

    24.952,35
    +824,50 (+3,42%)
     
  • S&P 500

    4.482,73
    -50,03 (-1,10%)
     

Deceduto a 52 anni CJ Hunter, era campione mondiale nel lancio del peso

·2 minuto per la lettura
morte
morte

Il mondo dell’atletica è in lutto dopo aver appreso dell’improvvisa e prematura scomparsa dell’ex campione del lancio del peso CJ Hunter, morto a 52 anni.

Atletica in lutto, morto CJ Hunter a soli 52 anni

Nella giornata di martedì 30 novembre, è stata diffusa la drammatica notizia relativa al decesso di CJ Hunter, ex campione del mondo nella disciplina sportiva del lancio del peso.

A quanto si apprende, al momento non sono ancora state individuate le cause della morte dell’atleta, tragicamente scomparso a soli 52 anni.

Atletica in lutto, morto CJ Hunter: oro nel lancio del peso ai Mondiali di Siviglia del 1999

CJ Hunter aveva vinto la medaglia d’oro ai Mondiali di Siviglia nel 1999. Prima di allora, il campione aveva ottenuto la medaglia d’argento ai mondiali indoor nel 1995 e la medaglia di bronzo nel 1997.

L’atleta, poi, partecipò ai Giochi Olimpici che si tennero ad Atlanta nel 1996: in questa circostanza, CJ Hunter si classificò in settima posizione. I Giochi Olimpici di Atlanta furono la sua unica esperienza in contesto olimpico.

Il campione di lancio del peso non era famoso soltanto per le sue abilità sportive ma divenne noto alla cronaca anche a causa del suo turbolento matrimonio con l’ex regina dello sprint Marion Jones, concluso con un divorzio siglato nel 2002.

Atletica in lutto, morto CJ Hunter: lo scandalo Balco e il record personale

CJ Hunter si è ritirato dalla sua carriera agonistica di atleta 21 anni fa, nel momento in cui venne travolto dal cosiddetto “scandalo Balco”. L’evento prese il nome dal laboratorio che si premuniva di fornire agli atleti sostanze dopanti che vennero individuate in concomitanza con l’apertura dei Giochi Olimpici di Sydney del 2000.

In questa circostanza, infatti, CJ Hunter non fu l’unico sportivo a risultare positivo al nandrolone alla vigilia delle Olimpiadi, alle quali si vide costretto a rinunciare asserendo, in via ufficiale, di doversi ritirare per un infortunio al menisco.

Tra i soggetti coinvolti nello scandalo Balco vi fu anche la moglie dell’atleta, Marion Jones, che a posteriori venne privata delle sue cinque medaglie olimpiche vinte a Sydney.

Nel 2000, tuttavia, CJ Hunter riuscì a stabilire il suo record personale nel lancio del peso raggiungendo i 21,87 metri.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli