Italia markets closed
  • Dow Jones

    29.775,87
    +640,88 (+2,20%)
     
  • Nasdaq

    11.092,35
    +262,84 (+2,43%)
     
  • Nikkei 225

    26.173,98
    -397,89 (-1,50%)
     
  • EUR/USD

    0,9736
    +0,0138 (+1,44%)
     
  • BTC-EUR

    20.132,07
    +386,75 (+1,96%)
     
  • CMC Crypto 200

    446,84
    +18,06 (+4,21%)
     
  • HANG SENG

    17.250,88
    -609,43 (-3,41%)
     
  • S&P 500

    3.731,81
    +84,52 (+2,32%)
     

Decreto Aiuti bis, dal Superbonus alle bollette: tutte le misure

Decreto Aiuti bis: dal Superbonus alle bollette: tutte le misure (Getty Images)
Decreto Aiuti bis: dal Superbonus alle bollette: tutte le misure (Getty Images)

Il senato ha dato il via libera al decreto Aiuti Bis, approvato nel mese di agosto dal governo. Tra le misure introdotte ci sono lo sblocco delle cessioni dei crediti dei bonus edilizi, l'eliminazione del tetto di 240mila euro per le figure apicali dei pubblici uffici, l'istituzione del Copasir provvisorio e l'innalzamento a mille euro delle pensioni impignorabili. Inoltre, sono state introdotte novità che riguardano la figura del docente esperto, lo smart working e l’assunzione stabile dei precari nella Pubblica amministrazione in ambito Pnrr. Il testo passa ora alla Camera per l'approvazione definitiva. Ecco tutte le novità.

LEGGI ANCHE: Semaforo verde del Senato al decreto Aiuti bis da 17 miliardi

Superbonus e bonus edilizi: responsabilità solo per chi truffa. Il Dl Aiuti Bis stabilisce che la responsabilità in solido nella cessione dei crediti dei bonus edilizi e superbonus si configura solo se il concorso nella violazione avviene “con dolo o colpa grave”. Viene dunque sbloccato lo stallo degli ultimi mesi. Inoltre, si stabilisce che per i crediti sorti prima degli obblighi di acquisizione dei visti di conformità, delle asseverazioni e attestazioni, sui soggetti diversi da banche, intermediari finanziari e assicurazioni, la responsabilità solidale sarà circoscritta ai casi di dolo e colpa grave.

LEGGI ANCHE: Dl Aiuti bis, via libera Senato, passa a Camera

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Falsi miti sul risparmio energetico in casa, sfatiamone 4

Dal decreto è scomparsa la qualifica di “docente esperto”, con la quale si intendeva chi ha ricevuto valutazione positiva nel superamento di tre percorsi formativi, attribuendogli una retribuzione economica più alta dei colleghi. Il termine è stayo cancellato per non fomentare disparità di trattamento tra il corpo docenti. Tuttavia, l’incentivo è rimasto.

Nel Dl Aiuti bis si stabilisce che le assunzioni nei pubblici uffici per l’attuazione del Pnrr, al momento tutte a tempo determinato e legate alla durata del Piano, potranno diventare stabili dall'1 gennaio 2027 "al fine di valorizzare la professionalità acquisita". Le stabilizzazioni potranno essere effettuate "nei limiti dei posti disponibili della vigente dotazione organica" e “nella qualifica ricoperta alla scadenza del contratto a termine", previo colloquio e all'esito della valutazione positiva del lavoro svolto.

LEGGI ANCHE: Smart working, proroga per fragili e chi ha figli under 14

E' stato prorogato fino al 31 dicembre lo smart working per lavoratori fragili e per i genitori con figli sotto i 14 anni, anche senza accordo aziendale.

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Decreto aiuti bis: bonus 200 euro e altre novità. Ecco a chi è rivolto

E' stato istituito il Copasir provvisorio con i membri del Copasir della precedente legislatura che risultano rieletti in una delle Camere. Sarà attivo all’inizio di ogni legislatura “e fino alla nomina dei nuovi componenti del Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica”. Se sono meno di sei, i presidenti di Camera e Senato procedono all'integrazione della composizione "fino a un massimo di otto". Il Comitato decade dopo "20 giorni dalla votazione della fiducia al governo".

Il Dl Aiuti Bis prevede che le figure apicali dei ministeri e delle forze dell'ordine possano godere di una deroga ai limiti retributivi previsti per la Pubblica Amministrazione. Rientrano tra queste figure il Capo della polizia, il Comandante generale dell'arma dei Carabinieri, il Comandante generale della Guardia di finanza e il Capo di stato maggiore della Difesa

LEGGI ANCHE: Decreto Aiuti bis, da bollette a pensioni: cosa cambia

Sale il limite di impignorabilità delle pensioni. Nel dl Aiuti Bis si prevede che "le somme da chiunque dovute a titolo di pensione, di indennità che tengono luogo di pensione o di altri assegni di quiescenza, non possono essere pignorate per un ammontare corrispondente al doppio della misura massima mensile dell'assegno sociale, con un minimo di mille euro".

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Risparmiare gas mentre cuoci la pasta? Si può, fare! Parola del premio Nobel per la fisica Giorgio Parisi

Sono, inoltre, state rinnovate per il terzo trimestre dell’anno misure di contenimento sul costo delle bollette come l'azzeramento degli oneri di sistema, il taglio dell'Iva sul gas, il rafforzamento del bonus sociale e credito d'imposta per le aziende. Confermato il taglio contributivo di 1,2 punti sugli stipendi dei dipendenti, l'estensione del bonus 200 euro ai lavoratori non coperti dal primo dl Aiuti e il rafforzamento del bonus trasporti.

LEGGI ANCHE: Prorogato fino al 31 dicembre lo smart working per i fragili e i genitori di under 14