Italia markets open in 2 hours 32 minutes
  • Dow Jones

    33.677,27
    -68,13 (-0,20%)
     
  • Nasdaq

    13.996,10
    +146,10 (+1,05%)
     
  • Nikkei 225

    29.620,32
    -131,28 (-0,44%)
     
  • EUR/USD

    1,1963
    +0,0009 (+0,07%)
     
  • BTC-EUR

    53.249,50
    +2.109,23 (+4,12%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.375,40
    +81,41 (+6,29%)
     
  • HANG SENG

    28.850,00
    +352,75 (+1,24%)
     
  • S&P 500

    4.141,59
    +13,60 (+0,33%)
     

Decreto Covid, Filograna: "Ad aprile ci aspettiamo rimborsi dell'80%"

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

''Gli autonomi e partite Iva chiuderanno le loro attività in modo coatto per un altro mese e si aspettano risarcimenti dell’80% del mancato ricavo per il mese di aprile''. Lo afferma il presidente del Movimento autonomi e partite Iva, Eugenio Filograna, intervistato dall'Adnkronos sul decreto legge approvato ieri dal Consiglio dei ministri. ''È facile dire di chiudere a un ente pubblico, tanto paga lo Stato che ribalterà i maggiori costi sui cittadini ed in particolare su tutti gli autonomi e partite Iva, in quanto datori di lavoro, attraverso le tasse e le loro maggiorazioni'', sottolinea Filograna.

''Quando si obbliga la chiusura solo ad alcune categorie, il danno è tutto concentrato su di loro'', osserva il presidente. ''Quindi ci si aspetta che per ogni periodo di chiusura corrisponda un adeguato contributo a fondo perduto, dei mancati ricavi, da parte dello Stato''.

''Voglio sempre ricordare che senza contributi a fondo perduto chiuderanno un milione di attività ed almeno tre-nove milioni di dipendenti saranno disoccupati'', sottolinea Filograna. ''Il costo a quel punto sarà molto più alto per la comunità. È quindi ovvio che interventi mensili renderebbero più accettabile e sopportabili le perdite ed il costo collettivo''.