Italia markets closed
  • Dow Jones

    31.253,13
    -236,94 (-0,75%)
     
  • Nasdaq

    11.388,50
    -29,66 (-0,26%)
     
  • Nikkei 225

    26.402,84
    -508,36 (-1,89%)
     
  • EUR/USD

    1,0584
    +0,0119 (+1,13%)
     
  • BTC-EUR

    28.513,59
    +740,12 (+2,66%)
     
  • CMC Crypto 200

    669,81
    +17,58 (+2,69%)
     
  • HANG SENG

    20.120,68
    -523,60 (-2,54%)
     
  • S&P 500

    3.900,79
    -22,89 (-0,58%)
     

Decreto Sostegni e contrasto ai rincari: la decisione del Governo

·1 minuto per la lettura
bollette
bollette

Il Consiglio dei ministri ha approvato il Decreto Sostegni, composto da 29 articoli, per intervenire contro i rincari delle bollette 2022.

Decreto Sostegni e contrasto ai rincari bollette: la decisione del Governo

Nel provvedimento approvato dal Consiglio dei ministri, il Decreto Sostegni composto da 29 articoli, sono state prese in considerazione anche le misure di sostegno ai comparti più colpiti dalla crisi a causa del Covid.

Decreto Sostegni e contrasto ai rincari bollette:

Dal primo febbraio al 31 dicembre 2022 arriverà in Italia un meccanismo di compensazione sul prezzo dell’energia prodotta da impianti a fonti rinnovabili per alleggerire, almeno in parte, gli oneri di sistema sulle bollette. Il Gestore dei Servizi Energetici calcolerà la differenza tra i prezzi attuali e i prezzi medi dell’energia prodotta fino al 2020 dagli impianti incentivati con vecchi sistemi. I produttori verseranno la differenza su questi profitti extra.

Decreto Sostegni e contrasto ai rincari bollette:

Per le imprese con potenza disponibile pari o superiore a 16,5 kw sono stati annullati gli oneri di sistema per il primo trimestre dell’anno, una misura pari a 1,2 miliardi di euro. “Per ridurre gli effetti degli aumenti dei prezzi nel settore elettrico, l’Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente provvede ad annullare, per il primo trimestre 2022, con decorrenza dal primo gennaio 2022, le aliquote relative agli oneri generali di sistema applicate alle utenze con potenza disponibile pari o superiore a 16,5 kW, anche connesse in media e alta/altissima tensione o per usi di illuminazione pubblica o di ricarica di veicoli elettrici in luoghi accessibili al pubblico.” Sarà anche inserito il taglio ai sussidi alle fonti fossili.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli