Annuncio pubblicitario
Italia Markets open in 1 hr 47 mins
  • Dow Jones

    39.872,99
    +66,22 (+0,17%)
     
  • Nasdaq

    16.832,62
    +37,75 (+0,22%)
     
  • Nikkei 225

    38.638,68
    -308,25 (-0,79%)
     
  • EUR/USD

    1,0857
    -0,0002 (-0,0217%)
     
  • BTC-EUR

    64.198,15
    -1.190,98 (-1,82%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.463,55
    -24,99 (-1,68%)
     
  • HANG SENG

    19.254,80
    +34,18 (+0,18%)
     
  • S&P 500

    5.321,41
    +13,28 (+0,25%)
     

Deere alza outlook utili su forte domanda per attrezzature

Macchinari in vendita presso un concessionario Deere a Denver, Colorado

(Reuters) - Deere & Co ha registrato utili in rialzo nel secondo trimestre, grazie alle forti vendite di trattori e attrezzature per l'agricoltura di precisione e ha alzato l'outlook per l'utile netto per il resto dell'anno, dato che il portafoglio ordini rimane solido.

Il titolo del primo grande produttore di attrezzature agricole al mondo balza del 4% negli scambi premarket, dopo che la società ha registrato un aumento del 36% negli utili trimestrali.

L'utile netto è salito a 2,86 miliardi di dollari dai 2,1 miliardi visti un anno fa.

Deere prevede per il 2023 un utile netto compreso tra 9,25 e 9,50 miliardi di dollari, superiore al range tra 8,75 e 9,25 miliardi di dollari stimato in precedenza.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

La domanda degli agricoltori per nuove attrezzature e ricambi per riparare i macchinari obsoleti ha sostenuto le vendite di Deere. Anche se i prezzi dei prodotti agricoli continuano a scendere rispetto al picco dell'anno scorso, che ha spinto i coltivatori a investire per aggiornare i loro mezzi, i dirigenti hanno ribadito che il portafoglio ordini è ancora solido.

Deere ha fatto leva sull'aumento dei prezzi delle proprie linee di attrezzature per contrastare l'aumento dei costi dei materiali e della logistica.

Nel secondo trimestre, i ricavi e le vendite nette totali del gruppo sono aumentati del 30% a 17,39 miliardi di dollari.

(Tradotto da Enrico Sciacovelli, editing Stefano Bernabei)