Italia Markets closed

Def, Istat: da eco-industrie 2,3% Pil, produttività fino +15%

Cos

Roma, 8 ott. (askanews) - La Nota di aggiornamento in discussione "richiama in più punti la necessità di una crescita inclusiva e sostenibile, con espliciti riferimenti all'Agenda 2030 18 dell'Onu per lo sviluppo sostenibile, e a un Green New Deal che possa essere un volano per un'economia più dinamica". L'Istat, in audizione in Parlamento davanti al Def, ricorda "il ruolo del sistema economico nell'adozione di comportamenti sostenibili".

Nel 2017, fa notare il presidente Gian Carlo Blangiardo, "il valore aggiunto delle "ecoindustrie", ossia attività economiche la cui finalità principale è la protezione dell'ambiente o la gestione delle risorse naturali, è stato pari a 36 miliardi di euro e al 2,3% del Pil, con una tendenza alla crescita superiore a quella media dell'economia" e, pur puntualizzando come siano principalmente "circoscritti alle imprese con dotazioni di capitale umano e fisico elevate", le prime evidenze fornite "dall'integrazione delle misure di sostenibilità con i dati sulla performance delle imprese sembrano mostrare che questi comportamenti aziendali orientati a una maggiore sostenibilità sociale e ambientale sono compatibili col raggiungimento di elevati livelli di performance economica a livello sistemico".

I risultati, "mostrano la presenza di un premio per la sostenibilità in termini di produttività del lavoro per le imprese più orientate alla sostenibilità che può arrivare anche al 15%".