Italia Markets closed

Def, Upb: numerosi fattori di rischo su obiettivi di bilancio

Fgl-Cos

Roma, 8 ott. (askanews) - "L'analisi dello scenario programmatico evidenzia numerosi fattori di rischio nella valutazione del rispetto delle regole di bilancio". Lo ha affermato il presidente dell'Ufficio Parlamentare di Bilancio, Giuseppe Pisauro, nel corso di un'audizione alle commissioni riunite Bilancio di Camera e Senato sulla nota di aggiornamento al Def.

In particolare, ha spiegato, "nel 2019 la regola sul saldo strutturale sarebbe rispettata in termini annuali mentre vi sarebbe un rischio di deviazione non significativa in media biennale mentre per il 2020 "vi sarebbe un rischio di deviazione non significativa sia in termini annuali sia in media biennale". Se poi la richiesta di flessibilità pari allo 0,2 per cento del PIL per evento eccezionale (rischio idrogeologico) non venisse accettata dalla Commissione europea, rileva l'Upb "il rischio di deviazione sarebbe significativo sia in termini annuali sia in media biennale".

Pr quanto riguarda la regola della spesa, per il 2019 "vi sarebbe un rischio di deviazione non significativa in termini annuali e significativa in media biennale" mentre per il 2020 il rischio di deviazione risulterebbe significativo sia in termini annuali sia in media biennale".

"Considerate le deviazioni sia dalla regola sul saldo strutturale sia da quella sulla spesa - avverte l'Upb - è previsto che la Commissione conduca una valutazione complessiva per stabilire se vi sia il rischio di mancato rispetto della parte preventiva del Patto di stabilità e crescita".

Per quanto riguarda infine la regola di riduzione del rapporto tra il debito e il PIL "essa non viene mai rispettata nel periodo di programmazione, né con il criterio backward looking, né con quello forward looking, né con il criterio di correzione per il ciclo" sottolinea l'Upb.