Italia markets open in 5 hours 58 minutes
  • Dow Jones

    31.188,38
    +257,86 (+0,83%)
     
  • Nasdaq

    13.457,25
    +260,07 (+1,97%)
     
  • Nikkei 225

    28.742,54
    +219,28 (+0,77%)
     
  • EUR/USD

    1,2127
    +0,0012 (+0,10%)
     
  • BTC-EUR

    28.725,65
    -161,05 (-0,56%)
     
  • CMC Crypto 200

    691,83
    -8,78 (-1,25%)
     
  • HANG SENG

    29.920,70
    -41,77 (-0,14%)
     
  • S&P 500

    3.851,85
    +52,94 (+1,39%)
     

Del Vecchio sale al 12% di Mediobanca, titolo in crescita (+2,5%) a Piazza Affari

Redazione
·1 minuto per la lettura
Del Vecchio sale al 12% di Mediobanca, titolo in crescita (+2,5%) a Piazza Affari
Del Vecchio sale al 12% di Mediobanca, titolo in crescita (+2,5%) a Piazza Affari

Il patron di Luxottica aumenta il proprio peso all’interno di Mediobanca, la Banca Centrale Europea ha dato l'ok al raggiungimento del 20% del capitale

La quota del 20% autorizzata dalla Bce è ancora lontana, ma Leonardo Del Vecchio sta proseguendo inesorabilmente la sua avanzata nel capitale di Mediobanca. Attraverso il suo braccio finanziario Delfin, il patron di Luxottica ha completato l’acquisto di altre azioni arrivando così a sfiorare il 12% del capitale.

TITOLO IN CRESCITA

Nel dettaglio, secondo le comunicazioni obbligatorie al mercato diffuse da Delfin, tra il 15 e il 28 dicembre sono state acquistate oltre 8 milioni di azioni di Mediobanca portando così la quota in possesso di Del Vecchio all’11,92% complessivo. Il mercato ha risposto positivamente alla mossa di Del Vecchio: nella mattinata il titolo Mediobanca è arrivato a guadagnare oltre il 2,5% a quota 7,6 euro per azione.

LE MOSSE DI DEL VECCHIO

Con l’aumento della partecipazione il patron di Luxottica si conferma l’azionista di maggiore peso in Mediobanca, staccando ulteriormente Vincent Bollorè (5,6%) e Mediolanum (3,28%). Inoltre, Leonardo Del Vecchio aumenta la propria presenza nei maggiori gruppi finanziari italiani, forte delle quote possedute in Generali (4,8%) e Unicredit (2%). Anche se finora Del Vecchio non ha condizionato la governance di questi istituti, non è escluso che nei prossimi mesi possa fare le proprie mosse, forte della lenta ma costante avanzata all’interno di Mediobanca.