Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.124,91
    +319,70 (+1,29%)
     
  • Dow Jones

    35.061,55
    +238,20 (+0,68%)
     
  • Nasdaq

    14.836,99
    +152,39 (+1,04%)
     
  • Nikkei 225

    27.548,00
    +159,80 (+0,58%)
     
  • Petrolio

    72,17
    +0,26 (+0,36%)
     
  • BTC-EUR

    28.619,89
    +717,44 (+2,57%)
     
  • CMC Crypto 200

    786,33
    -7,40 (-0,93%)
     
  • Oro

    1.802,10
    -3,30 (-0,18%)
     
  • EUR/USD

    1,1770
    -0,0003 (-0,02%)
     
  • S&P 500

    4.411,79
    +44,31 (+1,01%)
     
  • HANG SENG

    27.321,98
    -401,86 (-1,45%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.109,10
    +50,05 (+1,23%)
     
  • EUR/GBP

    0,8561
    +0,0014 (+0,17%)
     
  • EUR/CHF

    1,0819
    +0,0002 (+0,02%)
     
  • EUR/CAD

    1,4784
    +0,0003 (+0,02%)
     

Delfini, cigni e 200 borse uguali: tutte le cose più strane possedute dalla regina Elisabetta

·4 minuto per la lettura
Photo credit: Stuart C. Wilson - Getty Images
Photo credit: Stuart C. Wilson - Getty Images

Quando il 22 gennaio 1901 la regina Vittoria spirò, tra le sue volontà testamentarie vennero rinvenute 12 pagine contenenti tutti gli oggetti che la sovrana chiedeva di avere con sé nella sua bara una volta che fosse morta. Tra questi, diversi gioielli personali, un mantello ricamato della figlia Alice, una ciocca di capelli del suo fedele servitore, una delle vestaglie del marito Alberto e persino un calco in gesso della sua mano. Quanto a eccentricità la sovrana non era seconda a nessuno e qualche gene di stravaganza deve essere rimasto in famiglia. Se non ci credete è perché non conoscete tutte le cose più strane possedute dalla regina Elisabetta, che tra cigni, delfini e invidiabili collezioni di borsette vanta un patrimonio di circa 400 milioni di euro.

Photo credit: WPA Pool - Getty Images
Photo credit: WPA Pool - Getty Images

Ci sono poche cose al mondo che fanno battere il cuore della regina almeno quanto i suoi corgi, la razza di cani preferita da sua Maestà e allevata fin dalla tenera età di 7 anni, e queste sono le borsette, accessorio imprescindibile tanto quanto il cappello per la sovrana. Elisabetta ne possiede più di 200 assolutamente identiche firmate dal suo stilista prediletto, il designer britannico Launer. Modello preferito? Naturalmente il Traviata, un classico senza tempo del costo di circa 3.000 euro. Non tutte le collezioni sono fatte però per rimanere negli armadi e tra i beni più particolari di cui è in possesso la regina, vi sono tutti i cigni che si trovano nelle acque libere dell’Inghilterra e del Galles. Su tutti questi animali sua Maestà esercita il proprio diritto di proprietà, mentre per quanto riguarda gli esemplari che vivono nel Tamigi, la proprietà degli uccelli è condivisa con la Worshipful Company of Vintners e la Worshipful Company of Dyers, in virtù di due accordi che risalgono al XV secolo.

Photo credit: Tim Graham - Getty Images
Photo credit: Tim Graham - Getty Images

Bisogna risalire addirittura al 1324 per capire invece le ragioni di una legge introdotta nel Medioevo e tuttora in vigore, in base alla quale la regina possiede balene, storioni e delfini che vengano presi entro tre miglia dalle coste del Regno Unito. Una sorta di privilegio di pesca che esiste ancora oggi. In questo lungo elenco di mirabilia regali rientra anche il possesso di Regent Street, una delle strade più famose di Londra nel mondo, nota per il lusso, lo shopping e gli splendidi edifici. Ebbene questa strada da circa 7.5 milioni di visitatori all'anno fa parte della Crown Estate, società che gestisce le proprietà della corona, e dunque, di fatto, è di proprietà della regina.

Photo credit: Pool - Getty Images
Photo credit: Pool - Getty Images

Come molti altri sovrani prima di lei, anche Elisabetta ha un'autentica passione per l'arte. Ne è prova lo straordinario numero di opere raccolte nella Royal Collection, una delle collezioni d’arte dal valore più elevato al mondo, di cui la regina Elisabetta è l'attuale proprietaria. Data l'imponenza della raccolta, che conta 7.000 dipinti e 40.000 acquerelli oltre a ceramiche, tendaggi, arazzi, libri antichi e 600 uova e oggetti Fabergé, non vi è sede che possa contenerla tutta, motivo per cui la collezione si trova sparsa in molte delle residenze reali britanniche, come Hampton Court Palace, Buckingham Palace e Windsor Castle.

Photo credit: Tim Graham - Getty Images
Photo credit: Tim Graham - Getty Images

Tra le passioni di Sua Maestà non possono certo mancare, per un'amazzone come lei, i cavalli: la Cnn ha calcolato che dal 1988 a oggi la scuderia della regina ha ottenuto 451 successi in 2815 corse, riportando premi in denaro per un valore di 6.7 milioni di sterline, pari a circa 7.5 milioni di euro. Tra le tante comodità di cui si può godere se si è ospiti a Buckingham Palace c'è poi un parco auto imponente, del valore di circa 10 milioni di euro. Molti i modelli di lusso di proprietà della Corona, tra cui tre Rolls-Royce, due Bentley e una Range Rover Landa LBB con bandiera inglese. Tra tutte però il modello preferito dalla regina resta l'amato Land Rover Defender: si dice che la regina nel corso del suo regno ne abbia cambiati oltre 30 modelli! Per non farsi mancare proprio nulla, pare che Elisabetta possieda anche il terreno su cui si trova costruito il McDonald's al Banbury Gateway Shopping Park nell'Oxfordshire, a 130 km da Londra. Una sede del fast food assolutamente deluxe con divani in pelle, sedie Eames e pavimenti in laminato. Che in tutto questo sfarzo anche i Chicken McNuggets acquistino tutto un altro sapore? Chissà.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli