Italia Markets closed

Delrio: trasporto pubblico sia priorità. A Roma serve gara

Fgl

Roma, 11 dic. (askanews) - Sul trasporto pubblico l'Italia sconta "un ritardo storico" ma il tema "deve diventare "sempre di più un obiettivo prioritario di tutto il Paese".

Lo afferma il ministro dei Trasporti, Graziano Delrio in un'intervista al Corriere della Sera in cui sottolinea la "vera rivoluzione" in corso a Milano, Torino e Napoli mentre per quanto riguarda Roma afferma: "Noi siamo pronti a fare la nostra parte e con la sindaca c'è collaborazione. Dopodiché, se vuole la mia opinione, la strada migliore è mettere a gara il servizio".

"Abbiamo un ritardo storico non facile da recuperare - dice - Un gap di infrastrutture, mezzi e organizzazione che produce danni enormi all'ambiente, alla vivibilità delle nostre città. Ed è una tassa occulta di oltre 1.500 euro l'anno per le famiglie degli 'automobilisti per forza'. Ma non siamo stati certo fermi. Per i prossimi quindici anni, contando anche il cofinanziamento regionale, abbiamo stanziato 10 miliardi di euro che consentiranno di sostituire ogni anno 2.500 autobus vecchi e inquinanti con mezzi di nuova generazione. Negli scorsi 15 anni lo Stato aveva dato 500 milioni".

"Negli ultimi quattro anni - prosegue - tra Milano, Napoli e Torino, la rete italiana è cresciuta di 27 chilometri e abbiamo messo a disposizione 13 miliardi di euro, cioè la stessa cifra messa a disposizione nei 20 anni precedenti. Credo che questa sia una vera rivoluzione. Spero sarà colta".