Italia Markets closed

Di Maio al Corsera: soddisfatto accordo Autostrade, ora gi pedaggi

Mos

Roma, 16 lug. (askanews) - Luigi Di Maio "molto soddisfatto" per l'accordo raggiunto su Autostrade, fino a qualche anno fa impensabile, ma ora bisogna che si raggiunga il "vero obiettivo", cio il calo dei pedaggi autostradali. Il ministro degli Esteri l'ha detto in un'intervista pubblicata oggi dal Corriere della Sera.

"Sono molto soddisfatto per il risultato, s. Fino a qualche anno fa sarebbe stato impensabile. Lo Stato ha fatto lo Stato, ha lavorato per difendere l'interesse comune. Dopo di che non bisogna lanciarsi in toni trionfalistici, la partita non ancora chiusa del tutto, bisogner vigilare affinch in futuro non tornino a prevalere le logihe del profitto a scapito della sicurezza degli italiani", ha affermato il ministro.

"Ora bisogna abbassare le tariffe autostradali, far scendere i pedaggi, migliorare il nostro sistema infrastrutturale. Non che uno pu dire 'entra lo Stato' e poi lo Stato ad applicare le medesime logiche di business di un privato, altrimenti diventa una presa in giro e gli italiani non sono stupidi", ha proseguito.

Di Maio ha anche escluso che l'ingresso di Cassa depositi e prestiti serva a pagare 4 miliardi di euro per l'uscita dei Benetton ad Autostrade, sia insomma un favore. "(...) non cos, perch l'uscita avviene con un aumento di capitale dedicato a Cassa depositi e prestiti. E Cdp mette i soldi in Autostrade, non li d ad Atlantia. Non compra nulla da Atlantia e allo stesso tempo Autostrade per l'Italia firma un impegno a non distribuire i dividendi. Inoltre la famiglia Benetton dovr pagare un cospicuo risarcimento fissato a 3,4 miliardi di euro".