Italia markets closed
  • Dow Jones

    30.957,79
    -480,47 (-1,53%)
     
  • Nasdaq

    11.198,42
    -326,14 (-2,83%)
     
  • Nikkei 225

    27.049,47
    +178,20 (+0,66%)
     
  • EUR/USD

    1,0529
    -0,0058 (-0,55%)
     
  • BTC-EUR

    19.299,69
    -624,51 (-3,13%)
     
  • CMC Crypto 200

    441,51
    -8,55 (-1,90%)
     
  • HANG SENG

    22.418,97
    +189,45 (+0,85%)
     
  • S&P 500

    3.824,09
    -76,02 (-1,95%)
     

Diana Bracco: "Mio padre mi ha insegnato tanto, Istria e Dalmazia terre incredibili"

(Adnkronos) - “Mio padre quando si è trasferito a Milano si è innamorato di questa città e ha avuto sempre in mente di restituire tutto quello che aveva ricevuto da un territorio molto aperto e disponibile”. Così Diana Bracco, figlia di Fulvio e Ceo del gruppo di famiglia, ha voluto ricordare l’operato del padre a margine dell’evento “Da Neresine a Milano, l’impresa di Fulvio Bracco”, organizzato in collaborazione con l’Associazione Nazionale Venezia Giulia Dalmazia (Anvgd), il 21 giugno a Milano, al Teatrino di Fondazione Bracco.

“Fulvio Bracco era una persona positiva e mi ha insegnato tanto – ha raccontato Diana Bracco - “A partire dalla passione per il mare e le sue terre, come l’Istria e la Dalmazia, posti davvero incredibili”. La figlia di Fulvio Bracco ha poi aggiunto: “Sono orgogliosa dell’impresa, ma anche della tematica degli esuli giuliano dalmati che è venuta avanti ricordando che sono tutti italiani e sono di prima categoria, devo dire”

Infine, la Presidente e Ceo del Gruppo di famiglia ha voluto mandare un messaggio di fiducia alle imprese che hanno dovuto affrontare le difficoltà economiche generate dalla pandemia e dal conflitto russo-ucraino ancora in atto: “Bisognerebbe lasciare da parte i personalismi anche, purtroppo, in un discorso di guerra che non ha senso”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli