Italia Markets open in 4 hrs 56 mins

Diario di un trader: strategie e spunti per le prossime 24 ore

Rossana Prezioso
 

Una piccola spinta verso un rialzo ancora minimo per le piazze di scambio europee le quali, con la sola eccezione di Londra, ritornano al segno più.

La situazione

►   Come si legge nel close, infatti ieri si  è avuta una chiusura frazionalmente positiva per le Borse europee che hanno lasciato indietro solo il Ftse100, con un calo dello 0,06%, mentre il Dax30 ha terminato gli scambi con un impercettibile rialzo dello 0,01%, preceduto dal Cac40 che è salito dello 0,11%. Non diverso lo scenario se ci si sposta a Piazza Affari dove il Ftse Mib si è fermato a 19.482 punti, in progresso dello 0,14%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 19.573 e un minimo a 19.399 punti.

►   Molti i dati macro provenienti dagli Usa in una Wall Street che apre in lieve rialzo in vista della stretta ormai inevitabile della Fed   Tra i dati si deve guardare in particolare a quelli riguardanti

I protagonisti

►   Tra i protagonisti da citare FinecoBank ancora al rialzo con la benedizione dei broker. Il titolo ha chiuso la settimana seduta consecutiva al rialzo, all'indomani dei dati sulla raccolta di febbraio. Qui le strategie da seguire nel breve. 

►   Da citare anche il caso Telecom Italia. Ieri infatti il titolo ha sofferto essendo stato il peggiore del Ftse Mib, complici le preoccupazioni legate all'ingresso di Iliad in Italia. Gli analisti però non sono spaventati e confermano l'indicazione bullish.  

Le strategie per le prossime 24 ore

► L'attenzione resta ancora massima per le banche centrali, in particolare per le decisioni in arrivo dalla Fed. Per questo motivo Filippo Diodovich Market Strategist per IG nella sua analisi non esita a parlare dell'arrivo di un nuova era.

►   Alla luce degli sviluppi delle ultime sedute di Piazza Affari, Angelo Ciavarella, Head of business development per AFX Group, nella sua intervista in cui specifica livelli da tenere d'occhio e i titoli su cui intervenire  prevede che il Ftse Mib potrebbe ripiegare ancora un po'  prima di riprendere la via dei guadagni. secondo Angelo Ciavarella.

►   Cauta la visione di Enrico Malverti Quant analyst di Cybertrader, secondo cui per il Ftse Mib l'ostacolo decisivo è rappresentato dai massimi di gennaio in area 19.700 

►   Tra le strategie suggerite, sono da sottolineare in particolare quelle sui titoli oil alla luce di un andamento negativo dell'oro nero. Queste le occasioni da cogliere tra le banche d'affari 

L'agenda macroeconomica 

►   Per quanto riguarda l'agenda macroeconomica, gli appuntamenti da sottolineare riguardano i dati IPC in arrivo dalla Cina e la conferenza stampa di Mario Draghi con l'annuncio sulle politiche monetarie della Bce 

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online