Italia markets close in 3 hours 43 minutes
  • FTSE MIB

    25.438,54
    +86,94 (+0,34%)
     
  • Dow Jones

    34.838,16
    -97,31 (-0,28%)
     
  • Nasdaq

    14.681,07
    +8,39 (+0,06%)
     
  • Nikkei 225

    27.641,83
    -139,19 (-0,50%)
     
  • Petrolio

    71,52
    +0,26 (+0,36%)
     
  • BTC-EUR

    32.409,79
    -1.115,88 (-3,33%)
     
  • CMC Crypto 200

    935,36
    -25,53 (-2,66%)
     
  • Oro

    1.813,00
    -9,20 (-0,50%)
     
  • EUR/USD

    1,1889
    +0,0013 (+0,11%)
     
  • S&P 500

    4.387,16
    -8,10 (-0,18%)
     
  • HANG SENG

    26.194,82
    -40,98 (-0,16%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.125,62
    +9,00 (+0,22%)
     
  • EUR/GBP

    0,8535
    -0,0016 (-0,19%)
     
  • EUR/CHF

    1,0733
    -0,0013 (-0,12%)
     
  • EUR/CAD

    1,4865
    +0,0023 (+0,16%)
     

Didi, nuovo schiaffo da Pechino: sarà rimossa da super App WeChat e Alipay

·2 minuto per la lettura

Continua il giro di vite delle autorità cinesi su Didi, la più grande società cinese di ride sharing nota anche come Uber cinese, che ha fatto il suo debutto a Wall Street lo scorso mercoledì 30 giugno. Il titolo quel giorno è volato fino a +28,6%, per poi chiudere in rialzo di appena l'1%, a $14,14 per azione, a fronte di una capitalizzazione pari a $67,8 miliardi. I guai per il colosso cinese sono arrivati con la decisione delle autorità cinesi nel fine settimana di impedire a nuovi utenti di scaricare l'APP, per la preoccupazione per la raccolta di dati personali degli utenti. Nella sessione del 6 luglio scorso, le quotazioni del gruppo sono crollate di ben oltre il 20%. Ieri, è arrivata la notizia relativa alla decisione del governo di Pechino di rimuovere l'App di Didi dal servizio di messaggistica di Tencent, WeChat, e da Alipay di Ant Group. Sia WeChat, che conta più di 1 miliardo di utenti, che Alipay, che ne conta più di 900 milioni, sono note come super App, il che significxa che gli utenti possono aprire e utilizzare altre APP, come Didi, senza dover chiudere Alipay o WeChat. Il titolo Didi ha chiuso la sessione di ieri a Wall Street in calo del 4,64% a $11,91 e ora è in perdita dello 0,42%. Molto male alla borsa di Hong Kong i titoli di Tencent (-3% circa), Alibaba -2,72% e Meituan, che soffre un tonfo di quasi -6%. Pechino ha deciso infatti di estendere la sua supervisione sulle società cinesi quotate a Wall Street, principalmente società attive nel settore hi-tech. Nella giornata di martedì il Consiglio di stato ha diramato un comunicato affermando che la normativa che regola "il sistema di quotazione all'estero delle imprese domestiche" sarà aggiornata, e che ci saranno anche restrizioni sui dati cross-border per motivi di sicurezza.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli