Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.621,72
    -63,95 (-0,26%)
     
  • Dow Jones

    34.429,88
    +34,87 (+0,10%)
     
  • Nasdaq

    11.461,50
    -20,95 (-0,18%)
     
  • Nikkei 225

    27.777,90
    -448,18 (-1,59%)
     
  • Petrolio

    80,34
    -0,88 (-1,08%)
     
  • BTC-EUR

    16.100,08
    -103,42 (-0,64%)
     
  • CMC Crypto 200

    404,33
    +2,91 (+0,72%)
     
  • Oro

    1.811,40
    -3,80 (-0,21%)
     
  • EUR/USD

    1,0531
    +0,0002 (+0,02%)
     
  • S&P 500

    4.071,70
    -4,87 (-0,12%)
     
  • HANG SENG

    18.675,35
    -61,09 (-0,33%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.977,90
    -6,60 (-0,17%)
     
  • EUR/GBP

    0,8576
    -0,0009 (-0,10%)
     
  • EUR/CHF

    0,9871
    +0,0010 (+0,10%)
     
  • EUR/CAD

    1,4193
    +0,0068 (+0,48%)
     

Digitale, il 58% dei datori di lavoro non trova competenze

(Adnkronos) - Si allarga ancora la forbice fra la domanda e l'offerta di competenze digitali nel mondo del lavoro. Secondo un recente studio condotto da Eit Digital, l'European Institute of Innovation and Technology, il 58% dei datori di lavoro afferma infatti che trovare persone con le giuste competenze è diventata la loro sfida più importante. Inoltre, a livello europeo, ci sono centinaia di migliaia di posti di lavoro che non possono essere occupati perché mancano le competenze digitali. Ed è in questo perimetro che Talent Garden, grande player in Europa nella Digital Education per dimensione e footprint geografico, presenta EduTech Challenges, una due giorni che si tiene il 22 e il 23 novembre prossimo, nel proprio Campus di Roma, in Via Ostiense.

L'operatore europeo nella Digital Education riferisce che il progetto è nato la scorsa primavera nell’ambito della Conference on the Future of Europe (promossa dal Parlamento, dalla Commissione e Consiglio europei). I lavori della due giorni romana saranno interamente dedicati ad una delle più cruciali e complesse sfide che attende individui, scuole e università, aziende e governi per affrontare il futuro: l’impellente necessità di ripensare l’offerta formativa mettendo al centro le competenze digitali imprescindibili, evidenzia ancora Talent Garden, "per capire, anticipare e governare la trasformazione digitale in atto e a rispondere ai bisogni di un mercato del lavoro in continua evoluzione. Uno sforzo enorme, che richiede una partnership tra governi, aziende, startup, università e player della formazione per preparare ognuno di noi".

Un'urgenza, sottolineano ancora da Talent Garden, che nasce dall’incessante accelerazione digitale, dalla costante nascita di nuove figure professionali che impongono lo sviluppo di know how sempre più tecnico per mantenere la competitività. A livello europeo ci sono centinaia di migliaia di posti di lavoro che non possono essere occupati perché mancano le competenze digitali.

Inoltre, sulla base degli obiettivi digitali definiti dalla Commissione Europea all’interno della Digital Compass 2030, entro il 2030 solo il 64% della popolazione avrà le competenze digitali di base (meno 16 punti percentuali dall'obiettivo) e solo 13,3 milioni di specialisti digitali occupati (meno 6,7 milioni dall'obiettivo). Disoccupazione, soprattutto giovanile da una parte e migliaia di posti di lavoro richiesti dall’altra diventa il paradosso di questi anni.

Lorenzo Maternini, VicePresidente e CoFounder di Talent Garden, sottolinea che "in un momento di grandi cambiamenti e una possibile crisi alle porte, investire in educazione è l’unico investimento per costruire il futuro del nostro paese, non è solo una sfida del governo ma anche delle grandi aziende del nostro paese, delle startup e di tutti noi". "Pensare alla formazione oggi, non solo per i giovanissimi ma soprattutto per i professionisti di tutte le età - aggiunge- è l’unico modo per preparare il paese al futuro".

"La due giorni di tavoli di lavoro vede speaker da tutta Europa e vuole essere un momento di riflessione importante con i Ceo e capi Hr sul futuro del paese, spiega inoltre Maternini. Tra i numerosi ospiti arrivano a Roma Marya Gabriel, Commissario Europeo per l’Istruzione, la Cultura, Il Multilinguismo e la Gioventù, Ganesh Yoganathan, Cio Modul University, John King, Higher Education Sales Director VictoryXr e Vincenzo di Nicola, Responsible for Technological Innovation and digital transformation dell'Inps.