Italia markets open in 3 hours 9 minutes
  • Dow Jones

    34.899,34
    -905,06 (-2,53%)
     
  • Nasdaq

    15.491,66
    -353,54 (-2,23%)
     
  • Nikkei 225

    28.517,31
    -234,31 (-0,81%)
     
  • EUR/USD

    1,1285
    -0,0034 (-0,30%)
     
  • BTC-EUR

    50.998,96
    +2.711,88 (+5,62%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.436,09
    -19,32 (-1,33%)
     
  • HANG SENG

    23.956,43
    -124,09 (-0,52%)
     
  • S&P 500

    4.594,62
    -106,84 (-2,27%)
     

Dimon fa mea culpa, il ceo di JP Morgan si scusa per battuta su partito comunista cinese

·1 minuto per la lettura

"Mi dispiace e non avrei dovuto fare quel commento. Stavo cercando di enfatizzare la forza e la longevità della nostra banca". Così l'amministratore delegato di JP Morgan Chase, Jamie Dimon, a 24 ore di distanza si scusa per le sue osservazioni secondo cui la sua banca durerà più a lungo del Partito comunista cinese. Dimon aveva infatti detto: "Ho fatto una battuta l'altro giorno sul fatto che il Partito Comunista sta celebrando il suo centesimo anno, così come JP Morgan. Scommetto che noi dureremo più a lungo". Parole che certamente non hanno fatto piacere a Pechino. Il portavoce del ministero degli Esteri cinese Zhao Lijian ha detto: "È davvero necessario citare tali osservazioni che hanno solo lo scopo di attirare l'attenzione della gente?". JP Morgan ha grandi ambizioni in Cina e ad agosto ha ottenuto l'approvazione normativa da Pechino per diventare il primo proprietario straniero completo di un'agenzia di intermediazione mobiliare nel paese.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli