Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.636,26
    +89,76 (+0,37%)
     
  • Dow Jones

    33.212,96
    +575,77 (+1,76%)
     
  • Nasdaq

    12.131,13
    +390,48 (+3,33%)
     
  • Nikkei 225

    26.781,68
    +176,84 (+0,66%)
     
  • Petrolio

    115,07
    +0,98 (+0,86%)
     
  • BTC-EUR

    26.800,39
    -477,06 (-1,75%)
     
  • CMC Crypto 200

    625,79
    -3,71 (-0,59%)
     
  • Oro

    1.857,30
    +3,40 (+0,18%)
     
  • EUR/USD

    1,0739
    +0,0006 (+0,05%)
     
  • S&P 500

    4.158,24
    +100,40 (+2,47%)
     
  • HANG SENG

    20.697,36
    +581,16 (+2,89%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.808,86
    +68,55 (+1,83%)
     
  • EUR/GBP

    0,8497
    -0,0014 (-0,16%)
     
  • EUR/CHF

    1,0271
    -0,0016 (-0,15%)
     
  • EUR/CAD

    1,3655
    -0,0046 (-0,33%)
     

Dimon (JP Morgan): "Turbolenze nelle materie prime potrebbero peggiorare"

Le turbolenze del mercato delle materie prime potrebbero peggiorare. Così il CEO di JPMorgan Jamie Dimon in un'intervista con l'Irish Times secondo cui le turbolenze nei mercati delle materie prime causate dall'invasione russa dell'Ucraina "potrebbero peggiorare molto". "È una guerra e non sappiamo come finirà. Potrebbe peggiorare. Le sanzioni potrebbero peggiorare. Tutto ciò sta causando una completa agitazione nei mercati delle materie prime in tutto il mondo e questo potrebbe peggiorare molto". Dimon ha anche avvertito che i tassi d'interesse più alti degli Stati Uniti potrebbero colpire l'economia americana: "Può [la Fed] fare un atterraggio morbido? A questo punto darei il 30% di possibilità. C'è un 30% di possibilità che non ci sarà un atterraggio morbido".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli