Italia Markets open in 6 hrs 43 mins

Direttiva Copyright, Sassoli e Mogol: nell'Ue decidono europei

Loc

Bruxelles, 26 set. (askanews) - "In Europa devono comandare gli europei". Lo hanno sottolineato oggi a Bruxelles il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, e Giulio Rapetti, in arte Mogol, presidente della Siae, a margine di un incontro dedicato alla continuazione della lotta per la giusta remunerazione degli autori delle opere e dei contenuti online, dopo l'importante battaglia vinta dell'approvazione della direttiva Ue sul Copyright digitale, approvata alla fine della scorsa legislatura europea.

Mogol si è detto "molto confortato" dal fatto che ci Sassoli sia stato eletto presidente del Parlamento europeo, perché ha "a cuore la cultura che è lo scopo della Siae (Società Italiana degli Autori ed Editori, ndr): la Siae difende la cultura, cerca di fare in modo che i diritti d'autore vengano pagati da tutti, anche dai miliardari, anzi soprattutto".

"Dobbiamo fare in modo che nello spazio europeo decidano gli europei", ha sottolineato Sassoli, auspicando che sia presto recepita da tutti gli Stati membri la direttiva Ue sul Copyright, "che difende la cultura, il diritto d'autore, che è un diritto europeo, e quindi anche l'indipendenza e l'autonomia del mondo della cultura, del mondo creativo". (Segue)