Italia markets closed
  • FTSE MIB

    20.648,85
    +295,87 (+1,45%)
     
  • Dow Jones

    28.725,51
    -500,10 (-1,71%)
     
  • Nasdaq

    10.575,62
    -161,89 (-1,51%)
     
  • Nikkei 225

    25.937,21
    -484,84 (-1,83%)
     
  • Petrolio

    79,74
    -1,49 (-1,83%)
     
  • BTC-EUR

    19.520,97
    -342,01 (-1,72%)
     
  • CMC Crypto 200

    443,49
    +0,06 (+0,01%)
     
  • Oro

    1.668,30
    -0,30 (-0,02%)
     
  • EUR/USD

    0,9801
    -0,0018 (-0,19%)
     
  • S&P 500

    3.585,62
    -54,85 (-1,51%)
     
  • HANG SENG

    17.222,83
    +56,96 (+0,33%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.318,20
    +39,16 (+1,19%)
     
  • EUR/GBP

    0,8782
    -0,0040 (-0,45%)
     
  • EUR/CHF

    0,9674
    +0,0099 (+1,04%)
     
  • EUR/CAD

    1,3551
    +0,0121 (+0,90%)
     

Disney supera Netflix per abbonati, sono 221,1 mln

(Adnkronos) - Disney+, ha aggiunto 14,4 milioni di abbonati durante il suo terzo trimestre fiscale, portando il suo totale globale a 152,1 milioni. Disney ora ha 221,1 milioni di abbonamenti totali tra le sue offerte di streaming, inclusi Disney+, Hulu ed ESPN+. La Disney ha superato per la prima volta la rivale in streaming Netflix nel numero totale di abbonati: la piattaforma ne ha 220,67 milioni.

"La battaglia per la corona di re dello streaming continua e, con l'aggiunta di 14,4 milioni di nuovi abbonati in questo trimestre, Disney sembra essere sulla buona strada per detronizzare il monarca Netflix, che sta lottando anche per mantenere gli abbonati" sottolinea Josh Gilbert, market analyst della piattaforma di investimenti eToro.

"Disney non paga dividendi dal 2020 e ha interrotto il suo programma di riacquisto di azioni proprie nel 2018, il che indica che sta investendo molto denaro nell'impresa Disney+, ma sembra che stia dando i suoi frutti. Con l'enorme successo di questo trimestre sui numeri degli abbonati, Disney ha ora superato Netflix in termini di abbonati totali su tutte le sue piattaforme di streaming" sottolinea.

"I ricavi dei parchi a tema continuano a registrare una crescita robusta nonostante l'aumento del costo della vita, dimostrando che i consumatori continuano a spendere per le esperienze. I ricavi sono cresciuti del 70% su base annua e rispetto allo stesso periodo del 2019. La domanda che ci si pone è se Disney sia in grado di sostenere questo andamento. Può continuare a offrire stabilità nei ricavi dei parchi e crescita nel segmento dei media in un periodo difficile per le aziende? Ma al momento il dato fondamentale è che si è trattato di un bilancio da urlo" conclude.