Italia markets closed

Dl cura Italia, Abi: ok moratorie ma con modifiche su garanzie -2-

Cos

Roma, 26 mar. (askanews) - La garanzia a favore delle imprese con l'intervento della Cdp, sottolinea l'Abi, "è di particolare importanza perché si pone come complementare rispetto alle altre misure specificatamente dedicate alla Pmi, in quanto riguarda il mondo delle imprese senza differenziazione dimensionale. Si auspica una celere emanazione del decreto attuativo, che riprenda esperienze di successo come quelle che sono state realizzate attraverso appositi protocolli tra Abi e Cdp, da prevedere normativamente. Inoltre, proprio per l'importanza delle previsioni contenute nel presente articolo occorre aumentare in modo significativo la dotazione di risorse, oggi di soli 500 milioni di euro".

Il rafforzamento del fondo di garanzia Pmi, anche in termini di maggiori risorse disponibili, è "fondamentale. In particolare, occorre che vengano attuate con la massima tempestività le misure di sostegno nei confronti delle imprese di tutte le dimensioni, rafforzandone la portata degli interventi. Proprio per la rilevanza di questo provvedimento occorre che ne sia prevista una adeguata dotazione", prosegue l'associazione.

Nell'attuale congiuntura economica appare, inoltre, "fondamentale estendere il perimetro di intervento del Fondo di Garanzia alle imprese di media dimensione (mid-cap, cioè imprese con un numero di dipendenti fino a 499), che oggi - in alcuni casi anche più delle Pmi - soffrono una crisi di liquidità" ed "è opportuno semplificare ulteriormente le modalità di accesso alla garanzia del Fondo, soprattutto in relazione alle operazioni di finanziamento di minore dimensione. In questa logica, si propone l'estensione della procedura facilitata senza valutazione del merito di credito per le domande di garanzie relative a finanziamenti fino a 100 mila euro (dagli attuali 25 mila euro)", conclude l'Abi.