Italia markets open in 7 hours 45 minutes

Dl Cura Italia, Filiera Italia: decreto va rafforzato

Rbr

Roma, 21 mar. (askanews) - Filiera Italia interviene per segnalare al Governo alcuni strumenti da rafforzare nel Decreto "Cura Italia". In particolare, secondo la Fondazione, si dovrebbero aumentare le risorse finanziarie per coprire la cassa integrazione, "altrimenti la stessa misura verrebbe esaurita rapidamente lasciando senza protezione centinaia di migliaia di posti di lavoro".

In secondo luogo per Filiera Italia si dovrebbe prevedere, soprattutto attraverso la strumentazione del meccanismo dell'articolo 57 del Decreto Cura Italia di ripartizione del rischio tra ministero dell'Economia, Cassa Depositi e Prestiti e banche, un'adeguata iniezione di liquidità "non solo alle Pmi - aggiunge Scordamaglia, consigliere delegato della fondazione - ma anche alle grandi imprese la cui chiusura provocherebbe effetti sociali e occupazionali gravissimi".

Altra modifica richiesta è che le previsioni di cui all'articolo 62 (sospensione pagamenti) vengano estese temporalmente in modo tale da ricomprendere gli acconti delle imposte 2020 da versare entro metà Giugno 2020; in tal modo si eviterebbe di pagare una cifra importante relativamente agli acconti imposte 2020 (che peraltro risulterebbero sicuramente sovrastimati in quanto basati sull'utile del 2019) per tutte le imprese.

E da ultimo, così come viene fatto per il sistema sanitario nazionale, Filiera Italia chiede che il Governo consenta al settore di accedere ad un quantitativo dedicato di mascherine anche alla filiera agroalimentare, a tutela dei lavoratori che ogni giorno garantiscono in prima linea la continuità dell'attività produttive e dell'approvvigionamento di beni alimentari essenziali al Paese.