Italia Markets closed

Dl Fisco,Confindustria: giudizio critico,norme evasione penalizzano

Gab

Roma, 5 nov. (askanews) - Confindustria esprime un giudizio sul decreto fiscale che accompagna la manovra "nel complesso critico anche considerando che si inserisce nella più ampia e articolata, e per diversi aspetti anch'essa critica manovra di bilancio". In occasione di un'audizione sul decreto in commissione Finanze della Camera, il direttore generale di Confindustria Marcella Panucci ha spiegato che "contrastare efficacemente l'evasione fiscale è opera complessa, poiché il fenomeno è articolato e necessita di strumenti vari e sofisticati. Non tenerne conto rischia di generare soluzioni inutili, ispirate più da ragioni di gettito e dalla volontà di fornire risposte semplici e demagogiche, anziché dalla volontà di mettere in atto una reale e seria politica di contrasto".

Gli industriali si aspettano, quindi, "azioni più meditate di quelle oggi sul tavolo, dettate, in larga parte, dall'urgenza di reperire risorse finanziarie, ma che rischiano di penalizzare in modo non solo sproporzionato ma anche indiscriminato l'intero sistema imprenditoriale, se non attentamente calibrate".

Secondo Panucci da un lato "occorrono interventi che non si limitino a minacciare il carcere come unica risposta sanzionatoria, ma che disegnino pene, anche severe, in funzione del disvalore sociale della condotta e delle oggettive caratteristiche e condizioni di chi la mette in atto". Dall'altro lato, prosegue, "la lotta all'evasione non deve penalizzare i contribuenti onesti. Chi quotidianamente svolge attività d'impresa non dovrebbe subire ulteriori e ingiustificate riduzioni di liquidità, né essere costretto a districarsi tra vincoli e procedure bizantine pensate per imprese che operano sul filo della criminalità".

In sostanza, per contrastare il fenomeno dell'evasione, per Confindustria "molto più efficace sarebbe continuare a puntare sui moderni strumenti elettronici che, dalla fatturazione ai pagamenti, possono rivelarsi una carta vincente, purché realizzino ciò che promettono, a partire dalla semplificazione degli adempimenti".