Italia Markets closed

Dl fisco, raffica di stop a emendamenti

webinfo@adnkronos.com

Non solo ex Ilva. Sono circa 300 gli emendamenti al dl Fisco giudicati inammissibili dalla commissione Finanze della Camera. Una raffica di stop che partono dagli stabilimenti balneari fino ad arrivare agli airbag per le moto.  

Niente da fare per la tampon tax. La commissione mette infatti uno stop all'Iva ridotta al 10% per gli assorbenti. Inammissibile quindi l'emendamento al decreto legge fiscale, prima firma Laura Boldrini, che avrebbe esteso l'imposta sul valore aggiunto agevolata sui prodotti sanitari e igienici femminili. E ancora: i gestori degli stabilimenti balneari dovranno continuare a pagare l'affitto. La commissione ha dichiarato inammissibile anche l'emendamento del Movimento 5 stelle al decreto legge fiscale, che avrebbe sospeso per tutto il 2020 il versamento della quota, in attesa della riforma sulle concessioni demaniali. La proposta di modifica prevedeva, inoltre, il blocco dei procedimenti di sospensione, revoca e decadenza della concessione, a causa del mancato versamento del canone demaniale. Blocco, infine, anche dei procedimenti di riscossione coattiva degli importi iscritti a ruolo.  

Stop anche al bonus per i motociclisti che acquistano l'airbag. Inammissibile anche l'emendamento targato M5S che avrebbe introdotto una detrazione che va dal 26% al 50% per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale airbag per i conducenti e i passeggeri di ciclomotori e motocicli. Sempre il M5S vede la bocciatura dell'emendamento per trovare una soluzione temporanea, dopo l'addio di Raffaele Cantone all'Autorità anticorruzione. L'emendamento del avrebbe permesso di trovare una soluzione tampone, nell'attesa di nominare un nuovo presidente all'Anac.