Italia markets close in 6 hours 59 minutes

##Dl Milleproroghe:dopo scontri e tensioni governo incassa fiducia

Gab

Roma, 19 feb. (askanews) - Il governo supera il test della fiducia sul Dl Milleproroghe dopo il duro scontro che si è consumato sulla prescrizione durante l'iter nelle commissioni. Il testo, dopo il via libera di Montecitorio, passerà all'esame del Senato dove sarà 'blindato' a causa dei tempi ristretti per l'approvazione (scade il 29 febbraio) e sarà approvato quasi certamente con un nuovo voto di fiducia.

Anche se la prescrizione, dopo il braccio di ferro fra i partiti della maggioranza, resterà fuori dal decreto, il tema resta caldo, con Italia Viva che ha riproposto come ordine del giorno, dopo la bocciatura dell'emendamento nelle commissioni, il cosiddetto 'lodo Annibali', cioè la sospensione per un anno dell'efficacia della legge Bonafede. L'Odg sarà votato prima del disco verde definitivo di Montecitorio.

Ma la prescrizione non è l'unico tema ad aver agitato le diverse anime della maggioranza. Tra i punti più controversi, c'è quello che apre la strada alla revoca delle concessioni autostradali ad Aspi, su cui Italia Viva, M5S e gli altri partiti dell'esecutivo si sono dati battaglia nelle ultime settimane.

Il Milleproroghe, dopo l'iter parlamentare, è lievitato di numerosi commi assumendo quasi le sembianze di una manovra-bis. Molte le novità approvate durante l'esame delle commissioni Bilancio e Affari costituzionali. Fra le altre novità, i fondi per la Cassa integrazione per l'ex Ilva, 1.600 assunzioni per ricercatori universitari, l'equiparazione dei monopattini elettrici alle biciclette e la possibilità per i medici di rimanere in servizio fino a 70 anni di età. E ancora, il ripristino delle norme sulla trasparenza degli stipendi dei dirigenti della pubblica amministrazione che erano state cancellate a fine 2019. Infine, i titolari di concessioni per lavori o servizi pubblici avranno più tempo per mettersi in regola con le nuove norme del Codice degli appalti.