Italia markets open in 8 hours 52 minutes

Dl semplificazioni, sindacati: su appalti non scorciatoie dannose

Vis

Roma, 1 lug. (askanews) - "Nel settore degli appalti, lavori, servizi e forniture, l'innovazione e la semplificazione, necessarie per rilanciare la competitivit del Paese, possono avere luogo assumendo una politica di rigore e chiarezza, non certo attraverso scorciatoie inutili e dannose". Lo dichiarano in una nota unitaria i segretari confederali di Cgil, Cisl e Uil, Giuseppe Massafra, Andrea Cuccello e Tiziana Bocchi.

I sindacati ritengono necessario aggiornare il codice degli aspetti della semplificazione per dare immediato impulso alla ripartenza: semplificazioni procedimentali ante gara; emissione di un'unica autorizzazione per l'avvio dei lavori (oggi per la stessa opera necessitano circa 40 autorizzazioni ); riduzione e qualificazione delle stazioni appaltanti (dalle attuali 35mila a 1.500); digitalizzazione della pubblica amministrazione; definizione dell'elenco delle opere prioritarie da realizzare tra Governo e Regioni; investimenti strutturali in aggiunta alle risorse dei fondi strutturali europei; evitare una utilizzazione generalizzata dei commissari straordinari e dove previsti rendere vincolante il confronto con le parti sociali, rafforzando i protocolli di legalit; applicazione obbligatoria del Durc sulla congruit della manodopera; evitare l'affidamento diretto dei lavori e il ricorso all'offerta al massimo ribasso.