Italia Markets closed

Dollaro, l'ottava inizia in lieve calo: ecco i dati da monitorare in chiave biglietto verde

Daniela La Cava

La prima settimana di novembre prende il via in lieve calo per il dollaro, che mostra una certa debolezza nei confronti delle principali valute. Lo conferma l'andamento del dollar index che viaggia poco sopra quota 97 (-0,05%).

"Il dollaro ha chiuso la settimana passata in calo per via dell’esito del Fomc", ricordano gli esperti dell'ufficio studi di Intesa Sanpaolo sottolineando che venerdì si è rafforzato temporaneamente sull’employment report che ha mostrato un aumento degli occupati superiore alle attese nonostante lo sciopero di GM, ma poi è ridisceso sull’ISM manifatturiero che ha dato invece indicazioni di tenore misto.

Il dato da monitorare nel corso dell'ottava appena iniziata è l’ISM non-manifatturiero atteso in risalita dopo tre cali consecutivi, seguito dalla fiducia dei consumatori venerdì, vista in lieve aumento. "A meno di delusioni significative dai dati, soprattutto dall’ISM, il dollaro dovrebbe tendenzialmente stabilizzarsi dopo il calo post-FOMC della settimana scorsa, riuscendo ad evitare nuove perdite", aggiungono da Intesa Sanpaolo.