Italia markets closed
  • Dow Jones

    31.880,24
    +618,34 (+1,98%)
     
  • Nasdaq

    11.535,27
    +180,66 (+1,59%)
     
  • Nikkei 225

    27.001,52
    +262,49 (+0,98%)
     
  • EUR/USD

    1,0695
    +0,0133 (+1,26%)
     
  • BTC-EUR

    27.498,36
    -768,32 (-2,72%)
     
  • CMC Crypto 200

    658,61
    -16,27 (-2,41%)
     
  • HANG SENG

    20.470,06
    -247,18 (-1,19%)
     
  • S&P 500

    3.973,75
    +72,39 (+1,86%)
     

Domanda repressa spinge ripresa viaggi in Europa con allentamento misure Covid

Un velivolo di British Airways si prepara all'atterraggio all'aeroporto di Heathrow

LONDRA/DUBLINO (Reuters) - Le compagnie aeree e le catene alberghiere assistono a una ripresa delle prenotazioni a livelli che non si vedevano dall'inizio della pandemia di Covid-19, soprattutto per viaggi brevi, mentre permangono difficoltà per gli spostamenti a lungo raggio.

La pandemia ha portato di fatto all'interruzione di tutti i viaggi internazionali. Ma l'allentamento delle restrizioni e la domanda repressa per i viaggi hanno portato a una brusca ripresa degli spostamenti a breve e medio raggio.

"C'è molta domanda repressa. La gente vuole vedere le proprie famiglie e viaggiare di nuovo", ha detto Phil Seymour, presidente di Iba Group, società di consulenza e valutazione degli aerei con sede nel Regno Unito.

A ciò fa eco l'impennata della domanda interna negli Stati Uniti.

"L'impressione è che la domanda per i viaggi aerei sia tornata e che sia tornata in modo massiccio", ha detto Sean Egan, amministratore delegato della Egan-Jones Ratings Company, durante la conferenza di Airfinance Journal.

Restano le sfide dei costi crescenti e della carenza di personale, che causano la cancellazione di molti voli. Alcune compagnie aeree hanno fatto promesse superiori alle proprie possibilità per quest'estate, hanno detto alcuni responsabili di settore. Pur in queste condizioni, le compagnie aeree prevedono un ritorno in utile.

Iag, proprietaria di British Airways, prevede di tornare in utile a partire dal secondo trimestre e per tutto il resto dell'anno. Le stime giungono nonostante la società abbia dovuto ridurre la capacità nel primo trimestre.

Il gruppo, che controlla anche Iberia, Vueling e Aer Lingus, ha detto che l'allentamento delle restrizioni nel Regno Unito hanno aiutato la domanda. L'azienda non ha rilevato "nessun impatto significativo" dal conflitto in Ucraina.

La tedesca Lufthansa punta a un ritorno all'utile operativo questo trimestre ed Air France-Klm ha registrato una ripresa delle vendite di biglietti e un rafforzamento delle prenotazioni per l'estate.

(Tradotto da Michela Piersimoni, editing Claudia cristoferi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli