Italia markets open in 49 minutes
  • Dow Jones

    34.479,60
    +13,40 (+0,04%)
     
  • Nasdaq

    14.069,42
    +49,12 (+0,35%)
     
  • Nikkei 225

    29.161,48
    +212,75 (+0,73%)
     
  • EUR/USD

    1,2104
    -0,0003 (-0,02%)
     
  • BTC-EUR

    32.602,11
    +3.463,14 (+11,88%)
     
  • CMC Crypto 200

    983,89
    +42,07 (+4,47%)
     
  • HANG SENG

    28.842,13
    +103,23 (+0,36%)
     
  • S&P 500

    4.247,44
    +8,26 (+0,19%)
     

Domani pesca italiana si ferma, manifestazioni a Venezia e Mazara

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 11 giu. (askanews) - Domani la pesca italiana si ferma per protestare contro le nuove politiche europee di gestione dello sforzo di pesca e, soprattutto, contro la riduzione dei giorni annui di attività in male stabilita dalal Commissione Europea. Due le manifestazioni nazionali, che si terranno a Venezia-Fondamenta Le Zattere e a Mazara del Vallo-Piazza della Repubblica, oltre che da nord a sud in tantissimi porti, all'insegna del claim #Salviamolapesca. La giornata di protesta è stata indetta dall'Alleanza delle Cooperative Italiane Pesca.

Il lockdown dovuto alla pandemia "ha dimostrato quanto sia importante l'industria del turismo e della ristorazione per l'economia italiana, e tutti ci siamo accorti quanto fosse prezioso qualcosa che mancava", spiega l'Alleanza delle Cooperative Italiane Pesca ma "se la politica europea della pesca in Mediterraneo continuerà a ridurre l'attività dei nostri pescherecci costringendo alla chiusura le imprese ci accorgeremo di quanto ci mancherà il prodotto ittico dei nostri mari, e di quanto fosse importante per la ristorazione e per il turismo".

"Senza la pesca perderanno buona parte dell'attrattiva tante località turistiche - spiegano motivando lo sciopero - difficile immaginare un porto senza pesca. Eppure questa è una prospettiva che Bruxelles sta rendendo sempre più probabile, cercando di ridurre la nostra pesca al punto di ucciderla".