Domani a Piazza Affari: non si è ancora al sicuro dalle vendite

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
HX6.F3,1670,000
IMA.MI36,030,13
ELC.MI2,000,01
FTSEMIB.MI21.819,48+143,73

L’ultima settimana del mese di marzo è partita con il piede giusto per le Borse europee che dopo una fase di incertezza iniziale, sono riuscite ad imboccare la via dei guadagni, chiudendo gli scambi in rialzo. Il Cac40 e il Ftse100 si sono apprezzati rispettivamente dello 0,74% e dello 0,82%, mentre il Dax30 ha messo a segno un progresso dell‘1,2%. In luce verde anche Piazza Affari che ha visto il Ftse Mib (Milano: FTSEMIB.MI - notizie) fermarsi a 16.619 punti, con un rialzo dello 0,81%, dopo aver toccato un massimo a 16.668 e un minimo a 16.318 punti Grazie alla tenuta di area 16.200, raggiunta venerdì scorso, l’indice è riuscito a riconquista la soglia dei 16.500, spingendosi fin poco sopra i 16.600. Questo recupero tuttavia non è ancora sufficiente ad allontanare del tutto il rischio di nuove cadute verso il basso, visto che si configura per il momento come una correzione della discesa partita dai recenti massimi in area 17.150 punti. Le tensioni ribassiste si allenteranno con la riconquista dei 16.800, oltre i quali l’attenzione si sposterà nuovamente sui 17.000 e sui 17.150 punti. Con la violazione anche di quest’ultima soglia di prezzo, la tendenza rialzista in atto avrà la possibilità di continuare ad esprimersi. In tal caso saranno possibili allunghi in direzione dei 17.500 prima e dei 18.000 nella migliore delle ipotesi, passando per gli ostacoli intermedi dei 17.300 e dei 17.700. Ritorni al di sotto dei 16.500 punti contribuiranno a favorire una situazione di incertezza nel breve, e segnali di maggiore debolezza si avranno con discese oltre i 16.350/16.300. Qualora si concretizzasse questo scenario si assisterà ad un nuovo test dei 16.200/16.150, sotto cui la discesa proseguirà verso i 16.000 punti in primis. Il raggiungimento di questa soglia di prezzo farà scattare un campanello d’allarme, perchè aumenteranno i rischi di assistere ad una prosecuzione della correzione in direzione dei 15.800 prima e dei 15.600/15.500 in un secondo momento.

, Per le novità attese domani sul fronte macro Usa si segnala l’indice Redbook relativo alle vendite al dettaglio nelle maggiori catene Usa, con riferimento alle prime quattro settimane del mese in corso. In agenda anche l’indice S&P Case-Shiller che msura l’andamento dei prezzi delle case nelle 20 magigori città degli Stati Uniti, e per il quale a gennaio si prevede un calo del 3,8%, in lieve recupero rispetto alla flessione del 4% precedente. Ancor più rilevante sarà l’aggiornamento riguardante la fiducia dei consumatori a marzo, per la quale le stime parlano di un dato pari a 70,4 punti, in calo rispetto ai 70,8 di febbraio. Per domani si segnala inoltre un nuovo intervento di Ben Bernanke, che parlerà alla George Washington School of Business. Previsti anche i discorsi di Eric Rosengren, presidente della Fed di Boston, di Richard Fisher, a capo della Fed di Dallas, di Elizabeth Duke, membro della Fed che parlerà alla Commissione bancaria del Senato e a prendere la parola sarà anche William Dudley, presidente della Fed di New York (Francoforte: A0DKRK - notizie) . A Piazza Affari i riflettori saranno puntati su Banca Popolare di Milano (Milano: PMI.MI - notizie) , Finmeccanica (EUREX: FMNG.EX - notizie) , Ubi Banca (MDD: UBI.MDD - notizie) e Unicredit (MDD: UCG.MDD - notizie) , che presenteranno i risultati del quarto trimestre e dell’intero 2011. allo stesso appuntamento saranno chiamate alcune società a piccola e media capitalizzazione e si tratta di: Enervit (Milano: ENV.MI - notizie) , Mediacontech (Milano: MCH.MI - notizie) e Mondo TV (Berlino: MJE.BE - notizie) .

Da seguire Fiat Auto (Milano: F.MI - notizie) in vista dei dati sulle vendite di veicoli commerciali in Europa che saranno diffusi dall’Acea (Milano: ACE.MI - notizie) in riferimento al mese di febbraio. Domani si terrà la prima giornata dello Star Conference e nell’ambito di questo evento saranno prefvisti incontri con gli analisti per: Acotel (Milano: ACO.MI - notizie) , Biancamano (Milano: BCM.MI - notizie) , Elica (Milano: ELC.MI - notizie) , Emak (Stoccarda: 918616 - notizie) , Fidia (Milano: FDA.MI - notizie) , IMA (Milano: IMA.MI - notizie) , La Doria (Milano: LD.MI - notizie) , Sabaf (Stoccarda: 918614 - notizie) , Servizi Italia (Milano: SRI.MI - notizie) e Vittoria Assicurazioni.

, Da monitorare in mattinata l’andamento dell’asta dei titoli di Stato nell’ambito della quale saranno offerti CTZ e BTP indicizzati all’inflazione. Sempre domani è prevista una riunione assembleare di Mittel per l’approvazione dei dati di bilancio dell’ultimo esercizio.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.819,48 0,66% 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.189,81 0,44% 17:50 CEST
Ftse 100 6.703,00 0,42% 17:35 CEST
Dax 9.548,68 0,05% 17:45 CEST
Dow Jones 16.518,54 0,10% 19:33 CEST
Nikkei 225 14.404,99 0,97% 08:00 CEST

Ultime notizie dai mercati