Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.218,16
    -495,44 (-1,93%)
     
  • Dow Jones

    33.290,08
    -533,37 (-1,58%)
     
  • Nasdaq

    14.030,38
    -130,97 (-0,92%)
     
  • Nikkei 225

    28.964,08
    -54,25 (-0,19%)
     
  • Petrolio

    71,50
    +0,46 (+0,65%)
     
  • BTC-EUR

    30.475,69
    -471,38 (-1,52%)
     
  • CMC Crypto 200

    888,52
    -51,42 (-5,47%)
     
  • Oro

    1.763,90
    -10,90 (-0,61%)
     
  • EUR/USD

    1,1865
    -0,0045 (-0,38%)
     
  • S&P 500

    4.166,45
    -55,41 (-1,31%)
     
  • HANG SENG

    28.801,27
    +242,68 (+0,85%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.083,37
    -74,77 (-1,80%)
     
  • EUR/GBP

    0,8590
    +0,0041 (+0,49%)
     
  • EUR/CHF

    1,0935
    +0,0016 (+0,15%)
     
  • EUR/CAD

    1,4786
    +0,0075 (+0,51%)
     

Dompé: "Brevetti vaccini? Liquidati con slogan, da Biden ricette semplicistiche"

·Contributor HuffPost Italia
·1 minuto per la lettura
Sergio Dompé (Photo: getty)
Sergio Dompé (Photo: getty)

″Non mi aspettavo che il discorso dei brevetti venisse liquidato con degli slogan... In un momento storico del genere vengono proposte ricette semplicistiche. Le avrei viste bene in bocca ad altri, non a Biden″. Sergio Dompé, presidente dell’omonimo gruppo farmaceutico, coordinatore della task force Scienze della Vita e Salute del B20, commenta sulle pagine del Corriere della Sera la proposta di sospendere temporaneamente i diritti sui vaccini anti-Covid da parte del presidente degli Stati Uniti.

Per Dompè, Biden ″ha dimostrato di non avere sufficiente consapevolezza della complessità che sorregge un risultato così straordinario, frutto di un sistema che andrebbe incentivato anziché espropriato”. E prosegue:

“Governi, industrie, gruppi di ricerca, tutti insieme per raggiungere l’obiettivo. Questi successi dovrebbero servire a tenerci uniti e non a dividerci. L’idea dell’esproprio brevettuale significa non lavorare con chi quel brevetto lo possiede. Insomma è un intervento divisivo. La quantità immensa dei vaccini prodotti oggi è frutto dell’enorme sforzo di un’unica squadra. E adesso dire alle aziende, che certo hanno avuto la loro parte, grazie, potete accomodarvi, mi sembra davvero mancanza di realismo” [...] “La Merkel (e la Germania che si è dissociata) ha dimostrato di essere la più competente nel comprendere la complessità di questa operazione”.

“Quello che è stato fatto per la pandemia consentirà di ottenere gli stessi successi in altri campi. Pensiamo ai tumori o alle malattie neurodegenerative. Si può arrivare solo creando grandi network. E ora che il sistema esiste, anziché fortificarlo, si pensa subito a distruggerlo”, dice il presidente del gruppo farmaceutico Dompé. E ancora:

“Rischiamo ogni volta di ricadere nelle vecchie ideologie e ...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli