Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.218,16
    -495,44 (-1,93%)
     
  • Dow Jones

    33.290,08
    -533,37 (-1,58%)
     
  • Nasdaq

    14.030,38
    -130,97 (-0,92%)
     
  • Nikkei 225

    28.964,08
    -54,25 (-0,19%)
     
  • Petrolio

    71,50
    +0,46 (+0,65%)
     
  • BTC-EUR

    30.511,33
    -753,20 (-2,41%)
     
  • CMC Crypto 200

    888,52
    -51,42 (-5,47%)
     
  • Oro

    1.763,90
    -10,90 (-0,61%)
     
  • EUR/USD

    1,1865
    -0,0045 (-0,38%)
     
  • S&P 500

    4.166,45
    -55,41 (-1,31%)
     
  • HANG SENG

    28.801,27
    +242,68 (+0,85%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.083,37
    -74,77 (-1,80%)
     
  • EUR/GBP

    0,8590
    +0,0041 (+0,49%)
     
  • EUR/CHF

    1,0935
    +0,0016 (+0,15%)
     
  • EUR/CAD

    1,4786
    +0,0075 (+0,51%)
     

Don Davide Banzato, il prete più famoso della televisione

·6 minuto per la lettura
Photo credit: Mondadori Portfolio - Getty Images
Photo credit: Mondadori Portfolio - Getty Images

Don Davide Banzato è un giovane sacerdote padovano di quaranta anni, noto soprattutto per essere una sorta di “punta di diamante” del mondo clericale sui media dove è molto presente. Nato il 17 febbraio del 1981, è diventato prete il 23 settembre del 2000 ordinato dal vescovo Salvatore Boccaccio. Laureato con specializzazione in teologia morale, è una persona molta attiva nel sociale e nel disagio giovanile della tossicodipendenza: è inoltre assistente spirituale dell’associazione internazionale Nuovi Orizzonti, fondata da Chiara Amirante, oltre che collaboratore di diverse congregazioni vaticane e scrittore per il settimanale Famiglia Cristiana. Nel 2016 è stato nominato da Papa Francesco Missionario della misericordia.

Photo credit: Mondadori Portfolio - Getty Images
Photo credit: Mondadori Portfolio - Getty Images

Dal volto sempre sorridente, grazie al suo carisma e alle sue qualità morali Don Davide Banzato ha preso parte anche a numerose trasmissioni televisive di carattere religioso. Collabora con la CEI per Rai 1, è stato protagonista di alcuni programmi sulle reti Mediaset come I viaggi del Cuore su Rete 4 e i Concerti di Natale, organizzati dalla congregazione per l’educazione cattolica ed in onda su Canale 5 dall’Aula Paolo VI di Città del Vaticano. È presente anche in radio visto che è uno dei volti noti di Radio Maria ed è anche uno dei co-conduttori di RTL del programma Suite 102.5.

Don Davide Banzato e il suo ultimo libro

Don Davide ha avuto anche delle esperienze come scrittore: Evangelizzazione di strada, l'esperienza il progetto di Nuovi Orizzonti (2006) e Nuovi Evangelizzatori. Centri di evangelizzazione: una esperienza, una proposta (2012). Il suo ultimo, recentissimo lavoro edito da Piemme (è stato pubblicato poche settimane fa) è Tutto ma prete mai, frase da lui pronunciata dopo l’addio al suo primo seminario. In questo scritto Don Davide Banzato racconta, in una sorta di confessione laica, i sacrifici, le cadute, le crisi e le rinunce che la vocazione porta. Un libro molto sincero e trasparente che è la sintesi tra la vita laica e la vocazione, una guida per ascoltare se stessi e capire la vocazione a cui è portato l’uomo, cioè l’amore.

L’adolescenza turbolenta di Don Davide Banzato

Fin da piccolo Davide è sempre stato un frequentatore assiduo della Chiesa e ha sempre sentito una forte vocazione religiosa. A 14 anni entra in seminario minore di Padova, ma di questa prima esperienza non conserva un ricordo felice. I motivi sono vari: innanzitutto un modello educativo diverso rispetto a quello a cui lui era abituato, senza contare che per un ragazzino non è facile stare lontano dai propri cari e che la vita in collettività prevede un rigore ben diverso da quello famigliare. Fattori, questi, che lo scoraggiano al massimo e lo portano a concludere questa esperienza dopo appena tre anni. “Dall’esperienza al Seminario minore ero quasi rimasto soffocato da un sistema che non era adeguato ai tempi, quasi una contro testimonianza di sofferenza”, il suo commento ricordando gli anni passati lì in un’intervista a tunews24.it. Ed è per questa ragione che decide di abbandonare tutto, pensando la frase “Tutto ma prete mai” di cui abbiamo appena parlato. Per il non ancora Don Davide Banzato inizia un nuovo periodo della vita che lo porta per ben due volte a fidanzarsi: inizia a vivere anni intensi fatti di eccessi e feste, come un qualunque giovane della sua età.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Don Davide Banzato, l’esperienza con Nuovi Orizzonti

Poi però arriva nuovamente la conversione. Davide riprende il cammino spirituale che lo porta a 18 anni a vivere un’esperienza unica, l’incontro con Chiara Amirante, fondatrice di Nuovi Orizzonti, una comunità che ha come vocazione quella di aiutare le persone più disperate, sole ed emarginate, che vivono per strada senza una dimora fissa: “Mi ha colpito il suo sguardo insieme al suo sorriso”, ha ammesso anni dopo Don Davide. Ed è la scintilla che riaccende il suo amore per Dio: il modo in cui Nuovi Orizzonti mette in pratica le parole del Vangelo è determinante per la scelta di Don Davide, che ora sì inizia con tutt’altro spirito il percorso che lo porta a essere la persona che è oggi. Il giovane Davide sceglie di dedicare la sua vita a chi ha bisogno d’aiuto e d’affetto, dai tossicodipendenti in crisi di astinenza ai senzatetto della stazione. Questo secondo avvicinamento a Dio è un’esperienza così forte e travolgente che lo porta a lasciare tutto, anche contro il parere della famiglia.

Don Davide Banzato, la vita da Sacerdote e missionario

Seguire Chiara Amirante e il progetto Nuovi Orizzonti è stata per Don Davide Banzato una cosa quasi naturale, ma il dire sì al sacerdozio è stato molto difficile. “Fu un innamoramento incontrare Dio, mentre dire di sì al sacerdozio mi è stato molto difficile”. A seguito anche della sua esperienza in seminario da piccolo, Don Davide è infatti ancora turbato. Indeciso sul da farsi, a 21 entra comunque in seminario e viene ordinato sacerdote nel 2000. In seguito racconterà che i giorni prima di diventare prete è andato in crisi, come se avesse un secondo ripensamento. Si è preso quindi alcuni giorni di tempo ritirandosi nel silenzio, giorni di preghiera e di forte spiritualità finché è arrivata l’esplosione di gioia con la nomina di sacerdote.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

E da quel momento inizia il suo percorso da prete che lo porta anche a lavorare come responsabile dell’area evangelizzazione, prevenzione e sensibilizzazione dell’associazione Nuovi Orizzonti. L’opera di bene di Don Davide può raggiungere ora tutto il mondo: dalla sede ufficiale dell’associazione (la Cittadella Cielo a Frosinone) ha l’incarico non solo di coordinare il lavoro a distanza, ma anche di sostenere nel concreto circa 400 persone e nuclei familiari in difficoltà.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

L’esperienza di Don Davide con Nuovi Orizzonti si conclude nel 2017, ma resta sempre forte il legame con l’associazione di cui ora è assistente spirituale. Per lui nel frattempo si sono aperte altre strade e altri percorsi, che lo vedono sempre attivo nel campo del sociale. Parliamo di missioni che lo vedono protagonista di viaggi in tutto il mondo, in particolar modo in Brasile dove sono state aperte due Cittadelle per ragazzi di strada e vittime della prostituzione minorile. Un’esperienza, questa, condivisa anche con il cantante Nek, che l’ha accompagnato in questo viaggio e aiutato nella realizzazione del progetto. Per Don Davide Banzato l’obiettivo è sempre quello di supportare e aiutare chi è in difficoltà evangelizzando Dio e prendendo spunto dall’esempio che quotidianamente Papa Francesco dà al mondo intero. Una vita, questa, che rispecchia a pieno gli obiettivi che da piccolo Don Davide si era prefissato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli