Italia markets open in 4 hours 14 minutes
  • Dow Jones

    34.137,31
    +316,01 (+0,93%)
     
  • Nasdaq

    13.950,22
    +163,95 (+1,19%)
     
  • Nikkei 225

    29.097,55
    +589,00 (+2,07%)
     
  • EUR/USD

    1,2048
    +0,0009 (+0,07%)
     
  • BTC-EUR

    44.612,83
    -2.118,97 (-4,53%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.242,49
    -20,47 (-1,62%)
     
  • HANG SENG

    28.764,44
    +142,52 (+0,50%)
     
  • S&P 500

    4.173,42
    +38,48 (+0,93%)
     

Doppio addebito per una Tesla: Musk regala 200 dollari ai clienti beffati

Matia Venini
·2 minuto per la lettura
Doppio addebito per una Tesla: Musk regala 200 dollari ai clienti beffati
Doppio addebito per una Tesla: Musk regala 200 dollari ai clienti beffati

Ma secondo quanto raccontato dalla CNBC le vittime dell'errore non sarebbero soddisfatte: "Rimborsi troppo lenti"

A pensare quanto costa una Tesla, si può solo immaginare la reazione che si potrebbe avere se, dopo averne comprata una, venisse addebitata due volte sul proprio conto corrente. I più curiosi possono chiedere a Clark Peterson, uno degli almeno sei clienti della casa automobilistica di Elon Musk vittime di questo errore. Per fortuna, nel giro di una settimana Tesla ha provveduto a restituire i soldi in eccesso con un’aggiunta di un buono di 200 dollari da spendere sul sito.

LA STORIA

La storia è stata rivelata dalla CNBC. Secondo quanto raccontato dalla testata statunitense, Tesla, oltre a offrire il buono da 200 dollari, avrebbe rimborsato tutti i soldi in eccesso, comprese le eventuali commissioni addebitate dalle banche ai clienti che si sono trovati improvvisamente il conto bloccato per l’eccessiva spesa. Sarebbero sei le vittime confermate dell’errore, anche se altri acquirenti avrebbero denunciato lo stesso disagio. Stando a quanto riportato dalla CNBC, il processo di rimborso è durato circa una settimana.

LA REAZIONE DEI CLIENTI

Un tempo tutto sommato non elevato, anche se non soddisfacente per le vittime del doppio addebito. “Pur contento di aver risolto l’intera situazione, ci è voluto troppo”, ha dichiarato alla CNBC Clark Peterson, uno dei clienti coinvolti. “Ci sono voluti giorni prima che Tesla capisse l’errore, mentre solo cinque minuti per prendere i soldi dal nostro conto”. “Qualsiasi cosa ragionevole fatta in fretta sarebbe andata bene – ha raccontato un altro acquirente – ma ho imparato che la cultura della società di Musk è che si preoccupa del prezzo delle azioni e non dei clienti”.

NIENTE TESLA TEQUILA

Ma forse la beffa più grande arriva dal buono di 200 dollari offerto da Musk, utilizzabile fino a gennaio 2022. Cosa si può comprare con quella cifra sul sito di Tesla? Poco o nulla: qualche scomparto porta oggetti per tenere maggiormente in ordine il veicolo, un parasole per il tetto in vetro, una manciata di chiavette USB della società o una cornice per la targa. Non è possibile spendere il buono per l’esclusiva Tesla Tequila con la bottiglia a forma di fulmine. E sembra quasi un dispetto.