Italia markets close in 8 hours 10 minutes
  • FTSE MIB

    21.365,09
    +157,84 (+0,74%)
     
  • Dow Jones

    29.260,81
    -329,60 (-1,11%)
     
  • Nasdaq

    10.802,92
    -65,00 (-0,60%)
     
  • Nikkei 225

    26.571,87
    +140,32 (+0,53%)
     
  • Petrolio

    77,76
    +1,05 (+1,37%)
     
  • BTC-EUR

    20.933,65
    +1.315,29 (+6,70%)
     
  • CMC Crypto 200

    461,33
    +28,23 (+6,52%)
     
  • Oro

    1.646,70
    +13,30 (+0,81%)
     
  • EUR/USD

    0,9651
    +0,0039 (+0,41%)
     
  • S&P 500

    3.655,04
    -38,19 (-1,03%)
     
  • HANG SENG

    17.821,62
    -33,52 (-0,19%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.368,93
    +26,37 (+0,79%)
     
  • EUR/GBP

    0,8943
    -0,0053 (-0,58%)
     
  • EUR/CHF

    0,9533
    -0,0013 (-0,14%)
     
  • EUR/CAD

    1,3181
    -0,0015 (-0,11%)
     

Dow Jones in rialzo sostenuto da utili settore retail

Un cartello stradale di Wall Street a New York

(Reuters) - Il Dow Jones scambia in rialzo grazie ai risultati di Walmart e Home Depot, che hanno risollevato il settore della vendita al dettaglio, mentre il Nasdaq e l'S&P 500 sono penalizzati da una flessione dei titoli "growth" e dai segnali di rallentamento dell'economia globale.

Intorno alle 16,25, il Dow Jones è in rialzo di 80,16 punti, pari allo 0,24%, a 33.992,60, lo S&P 500 è in calo di 5,97 punti, pari allo 0,14%, a 4.291,41, e il Nasdaq Composite è in calo di 79,13 punti, pari allo 0,62%, a 13.047,317.

A dare sostegno alle blue-chip del Dow Jones, Walmart cresce del 7,5% grazie alle previsioni di un calo degli utili per l'anno più contenuto rispetto alle stime precedenti.

L'S&P 500 retail sector guadagna lo 0,5% nei primi scambi.

Home Depot guadagna l'2,7% grazie a vendite trimestrali migliori del previsto, dopo che la domanda dei costruttori e l'aumento dei prezzi hanno aiutato il gruppo ad attutire il colpo della diminuzione dell'affluenza nei negozi.

Molti titoli tech e "high-growth" sono in ribasso con i rendimenti del Treasury che hanno interrotto il calo di due giorni.

Apple e Nvidia scendono rispettivamente dello 0,6% e dell'1,4%, mentre il rendimento del Treasury a 10 anni aumenta a 2,85%.

L'indice Nasdaq rimbalza di quasi il 24% dai minimi di metà giugno.

Questa settimana l'attenzione sarà rivolta ai dati sugli utili e sulle vendite al dettaglio per avere maggiori segnali sull'impatto dell'inflazione sul comportamento dei consumatori.

(Tradotto da Chiara Scarciglia, editing Stefano Bernabei)