Italia markets closed
  • Dow Jones

    33.799,95
    -469,21 (-1,37%)
     
  • Nasdaq

    13.095,05
    -294,37 (-2,20%)
     
  • Nikkei 225

    28.147,51
    -461,08 (-1,61%)
     
  • EUR/USD

    1,2079
    -0,0073 (-0,60%)
     
  • BTC-EUR

    45.578,44
    -1.495,71 (-3,18%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.482,12
    -81,71 (-5,23%)
     
  • HANG SENG

    28.231,04
    +217,23 (+0,78%)
     
  • S&P 500

    4.082,82
    -69,28 (-1,67%)
     

Dpcm, Conte: in zona rossa Calabria, Lombardia, Piemonte e Valle d'Aosta. Non ci sono regioni verdi

Laura Naka Antonelli
·1 minuto per la lettura

"Non ci sono regioni in area verde, la pandemia corre e nessuna regione può sottrarsi alle misure restrittive". Così il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, in conferenza stampa a Palazzo Chigi. Così come anticipato nei suoi interventi al Senato e alla Camera di qualche giorno fa, il Dpcm ha diviso le regioni in tre fasce. C'è la zona rossa, che comprende Calabria, Lombardia, Piemonte e Valle d'Aosta. C'è la zona arancione, che comprende la Sicilia e la Puglia. Le altre regioni saranno classificate come "gialle", ma non verdi, vista la gravità della pandemia del coronavirus COVID-19. Conte ha motivato la necessità di lanciare misure differenziate, a seconda della situazione in cui versano le singole regioni: "Se avessimo misure uniche su tutto il territorio nazionale avremmo prodotto un duplice effetto negativo: non adottare misure realmente adeguate ed efficaci per le regioni a maggior rischio e costringere a misure irragionevolmente restrittive le regioni in cui la situazione è meno grave".