Italia markets closed
  • Dow Jones

    30.033,84
    +442,57 (+1,50%)
     
  • Nasdaq

    12.033,53
    +152,90 (+1,29%)
     
  • Nikkei 225

    26.165,59
    +638,22 (+2,50%)
     
  • EUR/USD

    1,1881
    +0,0035 (+0,30%)
     
  • BTC-EUR

    16.090,55
    +509,42 (+3,27%)
     
  • CMC Crypto 200

    379,10
    +9,35 (+2,53%)
     
  • HANG SENG

    26.588,20
    +102,00 (+0,39%)
     
  • S&P 500

    3.634,02
    +56,43 (+1,58%)
     

Due ragazze sono risultate positive al Covid dopo un soggiorno a Pag

·2 minuto per la lettura
Coronavirus positive viaggio croazia
Coronavirus positive viaggio croazia

Tra i 183 casi positivi al coronavirus riscontrati in Veneto venerdì 7 agosto ci sono due ragazze di Padova che sono risultate positive al tampone dopo essere tornate da un viaggio in Croazia. Tutti gli amici che erano con loro dovranno ora osservare l’isolamento in attesa dell’esito del test così come i loro contatti più stretti.

Positive al coronavirus dopo viaggio in Croazia

Le due diciottenni erano partite il 25 luglio a bordo di un bus e per poi salire su un traghetto e raggiungere l’isola di Pag insieme ad una ventina di ragazzi veneti, tutti di età compresa tra 18 e 19 anni. Un’agenzia viaggi di Brescia aveva organizzato un tour di una settimana apposta per loro ma quella che doveva essere una vacanza per festeggiare la fine del liceo rischia di diventare un nuovo focolaio.

Una volta rientrata in Italia, una delle ragazze ha iniziato ad avere sintomi influenzali e febbre alta. Una volta consultato il medico di famiglie, le autorità sanitarie hanno provveduto ad effettuarle un tampone che ha dato esito positivo, così come quello di un’altra giovane che è però asintomatica. Immediatamente è scattata l’indagine epidemiologica e tutti i ragazzi che hanno viaggiato con loro sono stati sottoposti al test e all’isolamento nell’attesa di conoscerne il risultato. Le diverse Usl coinvolte sono al lavoro per tracciare tutti i contatti ed evitare l’esplosione di un cluster.

Il governatore della regione Luca Zaia si è servito di questo e di altri episodi per evidenziare il rischio dell’importazione dei contagi: “Abbiamo riscontrato più casi da Spagna, Malta, Perù, dalla Croazia, da Corfù. Le vacanze sono un elemento di rischio: se si decide di andare all’estero occorre stare attenti“.