Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.363,02
    -153,44 (-0,60%)
     
  • Dow Jones

    34.935,47
    -149,06 (-0,42%)
     
  • Nasdaq

    14.672,68
    -105,59 (-0,71%)
     
  • Nikkei 225

    27.283,59
    -498,83 (-1,80%)
     
  • Petrolio

    73,81
    +0,19 (+0,26%)
     
  • BTC-EUR

    35.161,15
    +2.042,85 (+6,17%)
     
  • CMC Crypto 200

    955,03
    +5,13 (+0,54%)
     
  • Oro

    1.812,50
    -18,70 (-1,02%)
     
  • EUR/USD

    1,1871
    -0,0025 (-0,21%)
     
  • S&P 500

    4.395,26
    -23,89 (-0,54%)
     
  • HANG SENG

    25.961,03
    -354,29 (-1,35%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.089,30
    -27,47 (-0,67%)
     
  • EUR/GBP

    0,8538
    +0,0022 (+0,26%)
     
  • EUR/CHF

    1,0743
    -0,0023 (-0,22%)
     
  • EUR/CAD

    1,4801
    +0,0011 (+0,08%)
     

Due velocità per Ftse Mib e spread

·1 minuto per la lettura

Piazza Affari chiude la settimana con il segno meno. Nel giorno delle 'quattro streghe', quello in cui scadono i derivati e opzioni su azioni e indici, la borsa di Milano ha terminato in rosso ancora in scia delle indicazioni emerse dal meeting della Federal Reserve (che, alla luce di un’economia in deciso miglioramento, potrebbe anticipare il primo rialzo dei tassi).

Sul paniere delle blue chip, che si è fermato a 25.218,16 punti (-1,93%), spiccano le vendite sulle azioni del comparto bancario (-4,3% di UniCredit e -3% di Intesa Sanpaolo) e su quelle energetiche (-2,97% di Eni e -1,87% di Saipem).

In rosso anche Stellantis (-2,91%): la controllata Aramis ha fissato il prezzo di quotazione in borsa a 23 euro per azione, al limite inferiore del range precedentemente indicato. Partita positiva dopo l’annuncio di una nuova commessa da 140 milioni con l’utility turca Teias, Prysmian ha terminato con un -0,1%.

Bene il comparto del lusso: dopo un nuovo massimo storico le azioni Moncler hanno chiuso con un -0,85%, Brunello Cucinelli ha segnato con un +1,3% e Tod’s ha evidenziato un rialzo a due cifre (+13,31%). Andamento simile per Italian Wine Brands (+11,6%) grazie all'acquisizione del 100% di Enoitalia e +2,18% di BFF Bank che ha capitalizzato i rumor sul possibile interessamento di fondi di private equity in ottica acquisizione.

Nel comparto obbligazionario, netto rialzo per lo spread Btp-Bund, salito di oltre il 5% a 107 punti base. (In collaborazione con money.it).

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli