Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.218,16
    -495,44 (-1,93%)
     
  • Dow Jones

    33.290,08
    -533,32 (-1,58%)
     
  • Nasdaq

    14.030,38
    -131,02 (-0,93%)
     
  • Nikkei 225

    28.964,08
    -54,22 (-0,19%)
     
  • Petrolio

    71,50
    +0,46 (+0,65%)
     
  • BTC-EUR

    29.552,40
    -675,63 (-2,24%)
     
  • CMC Crypto 200

    888,52
    -51,42 (-5,47%)
     
  • Oro

    1.763,90
    -10,90 (-0,61%)
     
  • EUR/USD

    1,1865
    -0,0045 (-0,38%)
     
  • S&P 500

    4.166,45
    -55,41 (-1,31%)
     
  • HANG SENG

    28.801,27
    +242,67 (+0,85%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.083,37
    -74,77 (-1,80%)
     
  • EUR/GBP

    0,8590
    +0,0041 (+0,49%)
     
  • EUR/CHF

    1,0935
    +0,0016 (+0,15%)
     
  • EUR/CAD

    1,4786
    +0,0075 (+0,51%)
     

Due velocità per Ftse Mib e spread

·1 minuto per la lettura

Chiusura sopra quota 25 mila punti per il paniere principale della borsa italiana, salito oggi dell’1,12% a 25.056,19 punti. A spingere al rialzo il Ftse Mib ci hanno pensato i titoli del comparto industriale (+5,03% di CNH Industrial, +4,09% di Stellantis e +2,6% di Pirelli) ed i bancari (+2,58% per Banco BPM, +2,05% di Intesa Sanpaolo ed il +2,07% registrato dalle azioni UniCredit).

Quest’ultima ha reso noto di aver collocato bond “Senior Preferred benchmark callable 6NC5 e 11NC10” in dollari per 2 miliardi.

Bene anche Unipol (+1,24%) dopo la notizia della salita al 6,9% della Banca Popolare di Sondrio (+3,11%). Il raggiungimento dell’obiettivo del 9,5% dovrebbe portare ad un’aggregazione con BPER Banca (+1,28%).

Giornata positiva anche per le azioni Juventus (+1,34%). La società bianconera ha emesso un comunicato con cui è stata ribadita la validità del progetto della Superlega ed il titolo ha capitalizzato la notizia del ritorno di Massimiliano Allegri alla guida tecnica della prima squadra.

Lo spread Btp-Bund è sceso di oltre un punto percentuale a 106 punti base nel giorno in cui il Ministero dell’Economia ha collocato Bot con scadenza sei mesi per 6 miliardi di euro. Il rendimento dei titoli si è attestato al -0,504%, meno 2 centesimi rispetto all’asta del mese precedente, mentre la domanda è risultata di poco superiore a 8 miliardi di euro (bid-to-cover a 1,34). (In collaborazione con money.it)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli