Italia markets open in 1 hour 51 minutes
  • Dow Jones

    28.308,79
    +113,37 (+0,40%)
     
  • Nasdaq

    11.516,49
    +37,61 (+0,33%)
     
  • Nikkei 225

    23.666,02
    +98,98 (+0,42%)
     
  • EUR/USD

    1,1853
    +0,0024 (+0,20%)
     
  • BTC-EUR

    10.335,53
    +988,13 (+10,57%)
     
  • CMC Crypto 200

    246,20
    +7,28 (+3,05%)
     
  • HANG SENG

    24.747,93
    +178,39 (+0,73%)
     
  • S&P 500

    3.443,12
    +16,20 (+0,47%)
     

È morto di cancro il primo uomo guarito dall’HIV

Primo Piano
·1 minuto per la lettura
Timothy Ray Brown (Photo by T.J. Kirkpatrick/Getty Images)
Timothy Ray Brown (Photo by T.J. Kirkpatrick/Getty Images)

Aveva vinto la battaglia contro il virus dell'HIV, ma è morto di cancro all'età di 54 anni. L'americano Timothy Ray Brown, conosciuto come il “paziente di Berlino”, viveva nella città tedesca quando nel 1995 scoprì di essere positivo all'HIV. Nel 2007 gli è stata diagnosticata anche la leucemia mieloide acuta.

Per curarlo dalla leucemia, un medico dell’Università di Berlino, Gero Hutter, ha utilizzato un trapianto di modello osseo. Il donatore aveva una rara mutazione genetica, nota come CCR5, che ha fornito a Brown una resistenza naturale all’HIV. Nel 2008, era infatti guarito da entrambe le malattie.

GUARDA ANCHE: Due farmaci in una compressa contro l'Hiv, arriva in Italia cura che supera triterapia

L'uomo che aveva regalato al mondo la speranza che una cura all'HIV fosse possibile è morto in appena cinque mesi a causa di una recidiva di leucemia che era arrivata a interessare il cervello e il midollo spinale.

"Dobbiamo a Timothy e al suo medico, Gero Hutter, una grande gratitudine per aver aperto la porta agli scienziati per esplorare il concetto che una cura per l'HIV è possibile", ha detto Adeeba Kamarulzaman, il presidente della IAS, l'Associazione Internazionale Aids.

GUARDA ANCHE: Aids, 130mila persone affette in Italia

Ad oggi, come riporta la Bbc, si contano solo due persone clinicamente guarite dall'Hiv. Dopo Brown, a dare speranza ai malati si è aggiunto quest'anno Adam Castillejo, noto come il “paziente di Londra”, che ha ricevuto un trattamento simile a quello del 54enne.

GUARDA ANCHE: Cosa sono le cellule staminali