Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.848,58
    -214,97 (-0,93%)
     
  • Dow Jones

    30.932,37
    -469,64 (-1,50%)
     
  • Nasdaq

    13.192,35
    +72,92 (+0,56%)
     
  • Nikkei 225

    28.966,01
    -1.202,26 (-3,99%)
     
  • Petrolio

    61,66
    -1,87 (-2,94%)
     
  • BTC-EUR

    37.088,19
    -2.708,34 (-6,81%)
     
  • CMC Crypto 200

    912,88
    -20,25 (-2,17%)
     
  • Oro

    1.733,00
    -42,40 (-2,39%)
     
  • EUR/USD

    1,2088
    -0,0099 (-0,81%)
     
  • S&P 500

    3.811,15
    -18,19 (-0,48%)
     
  • HANG SENG

    28.980,21
    -1.093,96 (-3,64%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.636,44
    -48,84 (-1,33%)
     
  • EUR/GBP

    0,8667
    -0,0026 (-0,30%)
     
  • EUR/CHF

    1,0965
    -0,0048 (-0,43%)
     
  • EUR/CAD

    1,5380
    +0,0036 (+0,24%)
     

Eccesso di ottimismo in riduzione

Bruno Chastonay
·2 minuto per la lettura

Situazione generale invariata, con mercati in eccesso di ottimismo, aspettative, tutti centrati sul post-covid, con l’arrivo dei vaccini, e aumento delle aspettative di riaperture attività. DATI economici negativi, in deterioramento per EU, meglio per UK, USA, oltre le aspettative. Situazione comunque maggiormente sostenuta dal dovuto, grazie a ECB-arrivo di  DRAGHI. Segnali di ripresa INFLAZIONE in EU, dai consumi, post prima ondata virus. Come risultato, abbiamo un sell-off sui BONDS, con rialzo di YIELDS globale. Prese beneficio/riduzione di posizioni long su TITOLI, con una VOLATILITA’ maggiore su singoli titoli in pubblicazione dei dati. Cedono COMMODITY, METALLI, lievemente, dopo i recenti rafforzamenti, basati sulle aspettative di cui sopra. PETROLIO sempre elevato, sostenuto, grazie al calo produzione Usa da elevato maltempo, freddo intenso ad incrementare i consumi, tensioni Medio Oriente, e tetto Opec+.

Liquidazioni di posizioni long su ORO, mentre ARGENTO piuttosto esente, visto che il bagno di sangue già avvenuto. SPREAD stabile sui recenti minimi. INDICI calo lusso, industriali, auto da vendite negative. Meglio banche Eu, petroliferi, minerari. Le BANCHE EU sono al lavoro post-pandemia, sul fronte dei crediti, con 587bln in moratoria, e 289bln di crediti garantiti, e balzo delle insolvenze, ma tutti a dire che “il peggio è alle spalle”. Sulle VALUTE rimbalzo del DOLLARO, che mette in crisi MEX, ARG, ANGLO, EST-EU, SING. Stabili ASIA, YUAN, URSS, TURK, LATAM, meglio GBP, YEN, e il CHF ancorato alll’euro. Dai CHARTS confermate le attese con il rialzo del DOLLARO, calo EURO/Doll, calo ORO, INDICI, e spazio presente per ulteriore correttivo. PETROLIO in eccessivo rialzo, correzione prevista target doll 60/barile. Primo target EUstoxx50 index 3640, S&P500 almeno 3820, poi nuove valutazioni. EURO/DOLL almeno 1.1920/1.1880, anche se spazio resta maggiore. Chiusure Carnevale, capodanno Cinese, riducono i VOLUMI, maggiori RISCHI di VOLATILITA’, a strappi, soprattutto sui settori canapa, most shorted stocks, small caps, e quelli posizionati molto LONG nei portafogli.

Autore: Bruno Chastonay Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online