Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.363,02
    -153,44 (-0,60%)
     
  • Dow Jones

    34.935,47
    -149,06 (-0,42%)
     
  • Nasdaq

    14.672,68
    -105,59 (-0,71%)
     
  • Nikkei 225

    27.283,59
    -498,83 (-1,80%)
     
  • Petrolio

    73,81
    +0,19 (+0,26%)
     
  • BTC-EUR

    35.635,69
    +226,97 (+0,64%)
     
  • CMC Crypto 200

    955,03
    +5,13 (+0,54%)
     
  • Oro

    1.816,90
    -18,90 (-1,03%)
     
  • EUR/USD

    1,1872
    -0,0024 (-0,20%)
     
  • S&P 500

    4.395,26
    -23,89 (-0,54%)
     
  • HANG SENG

    25.961,03
    -354,29 (-1,35%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.089,30
    -27,47 (-0,67%)
     
  • EUR/GBP

    0,8534
    +0,0018 (+0,21%)
     
  • EUR/CHF

    1,0739
    -0,0026 (-0,25%)
     
  • EUR/CAD

    1,4790
    +0,0001 (+0,00%)
     

Ecco i 5 fattori chiave per un portafoglio sostenibile e resiliente

·3 minuto per la lettura
Ecco i 5 fattori chiave per un portafoglio sostenibile e resiliente
Ecco i 5 fattori chiave per un portafoglio sostenibile e resiliente

Secondo NN IP le risposte alle criticità in fasi di mercato particolarmente incerte come quella attuale vanno cercate nella qualità delle società in portafoglio, nella forza dei loro bilanci e nella resilienza dei loro modelli di business

I governi di tutto il mondo sono sempre più consapevoli dell’urgenza degli interventi da adottare per contrastare gli effetti del cambiamento climatico e stanno cercando di indirizzare parte dei loro ingenti piani di stimolo verso la mitigazione dei rischi climatici. Se l’Europa con il suo Next Generation EU è in prima fila in questa battaglia, un solido supporto alla transizione energetica è atteso anche dai piani proposti da Joe Biden per l'energia pulita. Allo stesso tempo, anche la Cina ha preso l’impegno a raggiungere zero emissioni nette di carbonio entro il 2060, il che dovrebbe portare a un'ulteriore crescita delle installazioni solari ed eoliche.

UN’ESPERIENZA DI OLTRE 20 ANNI NEGLI INVESTIMENTI SOSTENIBILI

“Le strategie azionarie sostenibili di NN Investment Partners (NN IP), asset manager con un’esperienza di oltre 20 anni negli investimenti responsabili e con masse in gestione pari a 300 miliardi di euro, sono ben posizionate in un contesto di mercato positivo. Molte delle società in portafoglio beneficiano dei trend strutturali di lungo periodo legati alla transizione energetica, come il cloud computing green, il passaggio a fonti di energia rinnovabili e i veicoli elettrici”, tengono a far presente gli esperti di NN IP.

INTERNET SHOPPING, HOMEWORKING, MEDICAL ANALYTICAL EQUIPMENT

Nel 2020, il portafoglio delle strategie azionarie sostenibili di NN IP ha beneficiato dell'accelerazione dei trend derivanti dalla pandemia di Covid-19, quali, solo per citarne alcuni tra quelli con le performance più clamorose l’internet shopping, l'homeworking e il medical analytical equipment. “A mano a mano che il piano vaccinale proseguiva con successo nel mondo, abbiamo adottato scelte di portafoglio che portassero ad un maggiore equilibrio, prendendo in considerazione la graduale riapertura delle economie e i suoi potenziali effetti a catena sulle aspettative di inflazione e sui tassi di interesse”, spiegano i manager di NN IP.

RESILIENZA DEI MODELLI DI BUSINESS E SOLIDITÀ DEI BILANCI

Il nuovo contesto economico e di mercato ha posto gli investitori azionari davanti ad un dilemma: in quale misura gli investimenti nell’equity potranno tollerare un periodo prolungato di crisi economica? La risposta, secondo i professionisti di NN IP, va cercata nella qualità delle società in portafoglio, nella resilienza dei loro modelli di business e nella solidità dei loro bilanci. “È indispensabile attuare una combinazione di un focus approfondito sull’alta qualità delle società e un consolidato processo di gestione del rischio” riferiscono gli esperti di NN IP. Un approccio a cui affiancare cinque fattori chiave individuati da NN IP per un portafoglio azionario resiliente e in grado di battere i benchmark di riferimento in fasi di mercato particolarmente incerte come quella attuale.

GLI ESEMPI DI NETFLIX E AMAZON

In primis – specificano i manager di NN IP - occorre focalizzarsi sui settori in cui i migliori ritorni sugli investimenti sono guidati da solidi vantaggi competitivi, basati sulla tutela dei brevetti, sull’avanzamento tecnologico e sulla leadership di costo in mercati non ancora maturi. In secondo luogo, vanno privilegiate le aziende con modelli di business asset-light, ovvero che stanziano in modo oculato le risorse per le necessità operative, e non sono esposte a lunghe catene di approvvigionamento fisico. Ne sono due esempi, all’interno delle compagnie di comunicazione e servizi digitali, Netflix e Amazon.

NIENTE OIL & GAS E AZIENDE MOLTO INDEBITATE

“Occorre poi evitare le aziende del settore Oil & Gas: una nostra scelta che è destinata ad essere efficace anche in futuro garantendo un rafforzamento del profilo di rischio-rendimento dei nostri portafogli. In quarto luogo, grazie all’approccio "value-chain", siamo in grado di identificare e beneficiare di trend in crescita, grazie all'analisi trasversale della catena del valore. Infine, resta valida la scelta di posizionarsi sulle aziende con basso indebitamento, una condizione cruciale oggi e in ottica futura” concludono i professionisti di NN IP.

ALTRE NEWS DI FINANCIALOUNGE.COM:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli