Italia markets close in 58 minutes
  • FTSE MIB

    24.342,66
    -55,75 (-0,23%)
     
  • Dow Jones

    33.904,54
    +88,64 (+0,26%)
     
  • Nasdaq

    13.930,88
    +112,47 (+0,81%)
     
  • Nikkei 225

    29.020,63
    -167,54 (-0,57%)
     
  • Petrolio

    62,21
    +0,78 (+1,27%)
     
  • BTC-EUR

    40.950,91
    -5.173,13 (-11,22%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.131,32
    +7,42 (+0,66%)
     
  • Oro

    1.772,30
    -9,70 (-0,54%)
     
  • EUR/USD

    1,2060
    +0,0042 (+0,35%)
     
  • S&P 500

    4.157,26
    +22,28 (+0,54%)
     
  • HANG SENG

    29.078,75
    +323,41 (+1,12%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.001,36
    -13,44 (-0,33%)
     
  • EUR/GBP

    0,8702
    +0,0024 (+0,27%)
     
  • EUR/CHF

    1,1045
    +0,0028 (+0,25%)
     
  • EUR/CAD

    1,5059
    +0,0036 (+0,24%)
     

Ecco perché l’acqua può diventare un’opportunità di investimento interessante

Redazione
·2 minuto per la lettura
Ecco perché l’acqua può diventare un’opportunità di investimento interessante
Ecco perché l’acqua può diventare un’opportunità di investimento interessante

Per Thomas Trsan, ESG e Impact Investing Specialist di Vontobel, la necessità di tecnologie che favoriscano l’accesso e la pulizia dell’acqua attirerà una maggiore attenzione sulla materia prima per eccellenza

Per quanto si possa credere che l’acqua sia una risorsa libera e indipendente, in realtà vive una condizione di crescente scarsità. Nel 2020, 2,2 miliardi di persone non hanno avuto accesso all’acqua potabile e si stima che entro il 2025, in 3,5 miliardi vivranno in zone caratterizzate dalla mancanza di acqua. Un problema gravato dall’inquinamento: 1,8 miliardi di persone bevono acqua non pulita. Per questi motivi, secondo Thomas Trsan, ESG e Impact Investing Specialist di Vontobel, l’acqua è destinata ad attirare una maggiore attenzione da parte degli investitori, grazie al bisogno di sviluppo, innovazione e finanziamento della materia prima per eccellenza.

C’È URGENZA DI TECNOLOGIA

Il manager di Vontobel sottolinea l’urgenza di infrastrutture e soluzioni che aumentano l’accesso all’acqua pulita e ai servizi igienici. Questo perché, da un lato, ci troviamo di fronte alla diminuzione dell’offerta dovuta al cambiamento climatico, con 46 miliardi di litri che vengono persi ogni giorno; dall’altro, l’avanzare dell’urbanizzazione fa sì che la domanda continui a crescere: la richiesta di acqua dolce dovrebbe superare l’offerta del 40% entro il 2030.

LE SOCIETÀ PIONIERE

Tsar indica alcune società “pioniere” del settore. La francese Veolia, per esempio, sviluppa dei servizi di intelligenza artificiale per la gestione della rete idrica, il controllo e l’ottimizzazione del consumo. L’americana Itron aiuta i fornitori d’acqua a gestire efficacemente le loro reti, attraverso l’ottimizzazione completa delle operazioni di distribuzione. L'azienda svizzera Georg Fischer è invece leader dei sistemi di tubazioni per il trasporto sicuro e affidabile di liquidi e gas e fornisce soluzioni durevoli e senza manutenzione per la distribuzione dell’acqua.

RISCHIO DI BOLLA

L’emergere di società che propongono soluzioni per migliorare la qualità e l’accesso all’acqua porterà per Tsar una quantità significativa di investimenti nel settore e di conseguenza il rischio di una bolla. Per evitarlo, il manager di Vontobel suggerisce agli investitori di diversificare su temi specifici, come l’estrazione e lo stoccaggio dell’acqua, le infrastrutture idriche e l’efficienza idrica, oppure tra regioni, dimensioni aziendali o stili.