Italia markets open in 8 hours 42 minutes
  • Dow Jones

    32.803,47
    +76,67 (+0,23%)
     
  • Nasdaq

    12.657,55
    -63,04 (-0,50%)
     
  • Nikkei 225

    28.175,87
    +243,67 (+0,87%)
     
  • EUR/USD

    1,0173
    -0,0077 (-0,75%)
     
  • BTC-EUR

    22.896,23
    -64,90 (-0,28%)
     
  • CMC Crypto 200

    533,20
    -2,02 (-0,38%)
     
  • HANG SENG

    20.201,94
    +27,94 (+0,14%)
     
  • S&P 500

    4.145,19
    -6,75 (-0,16%)
     

##Ecofin, Dombrovskis: economia continua a crescere ma rallenta

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Bruxelles, 12 lug. (askanews) - "Riteniamo che l'economia dell'Ue continuerà a crescere, ma a un ritmo più contenuto. Nonostante i gravi shock che l'economia dell'Ue sta affrontando, sta dimostrando una notevole resilienza. Tuttavia, non dobbiamo essere compiacenti. Molto dipenderà da come si svilupperà la guerra e da eventuali shock economici che ne deriveranno". Sono alcuni dei concetti espressi dal vicepresidente della Commissione europea, Valdis Dombrovskis, durante la conferenza stampa al termine del Consiglio Ecofin oggi a Bruxelles, che anticipano le conclusioni delle Previsioni economiche d'estate, la cui pubblicazione è prevista per giovedì 14 luglio.

"È chiaro che l'impatto economico dell'aggressione russa contro l'Ucraina continuerà a dominare la nostra agenda. Dobbiamo fare i conti con un'inflazione record, un inasprimento delle condizioni finanziarie, e anche con problemi energetici e di approvvigionamento", ha ricordato Dombrovskis.

"La guerra in Ucraina ha reso ancora più urgenti le nostre sfide comuni, in particolare l'approvvigionamento energetico. Soprattutto, dobbiamo ridurre la nostra dipendenza dai combustibili fossili, in particolare quelli importati dalla Russia. Allo stesso tempo, dobbiamo aumentare l'uso delle energie rinnovabili e aumentare l'efficienza energetica", ha continuato il vicepresidente esecutivo della Commissione.

"Le nostre 'Raccomandazioni specifiche per paese' per il 2022 - ha ricordato ancora Dombrovskis - invitano gli Stati membri a fare di più per raggiungere gli obiettivi di 'RePowerEU'", il pacchetto di misure proposte dalla Commissione per liberarsi il più presto possibile dalla dipendenza energetica dalla Russia, in particolare "muovendoci verso un mix energetico più diversificato".

A questo fine, ha spiegato il vicepresidente della Commissione, il Fondo per la ripresa e la resilienza (Rrf) "sarà uno strumento chiave, e pertanto gli emendamenti proposti" per finanziare le misure di "RePowerEU" dovrebbero essere "conclusi in via prioritaria. Date le sfide dell'approvvigionamento energetico dell'Europa, soprattutto con l'avvicinarsi dell'inverno, dobbiamo davvero muoverci rapidamente su questo", ha insistito Dombrovskis.

"In un momento così critico - ha rilevato il vicepresidente della Commissione - è fondamentale preparare le nostre economie per il futuro e aumentarne il potenziale di crescita. Significa una forte attenzione agli Stati membri che portano avanti i loro piani nazionali di ripresa e resilienza", che ad oggi sono stati presentati da tutti gli Stati membri (l'Olanda è stato l'ultimo, pochi giorni fa). E "prosegue a pieno ritmo l'impiego del Fondo Rrf" che finanzia i Pnrr, "come dimostra il livello delle erogazioni finora effettuate, dove abbiamo superato la soglia dei 100 miliardi di euro", ha concluso Dombrovskis.

Loc

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli