Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.612,04
    +116,97 (+0,48%)
     
  • Dow Jones

    34.777,76
    +229,23 (+0,66%)
     
  • Nasdaq

    13.752,24
    +119,39 (+0,88%)
     
  • Nikkei 225

    29.357,82
    +26,45 (+0,09%)
     
  • Petrolio

    64,82
    +0,11 (+0,17%)
     
  • BTC-EUR

    48.348,10
    +1.889,96 (+4,07%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.480,07
    +44,28 (+3,08%)
     
  • Oro

    1.832,00
    +16,30 (+0,90%)
     
  • EUR/USD

    1,2168
    +0,0100 (+0,83%)
     
  • S&P 500

    4.232,60
    +30,98 (+0,74%)
     
  • HANG SENG

    28.610,65
    -26,81 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.034,25
    +34,81 (+0,87%)
     
  • EUR/GBP

    0,8694
    +0,0012 (+0,13%)
     
  • EUR/CHF

    1,0948
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,4751
    +0,0088 (+0,60%)
     

Economia circolare, Patuano (a2a): superare la “sindrome nimby”

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 23 apr. (askanews) - A2A ha approvato in piano decennale con 16 miliardi di investimenti propri per la transizione ambientale, il 40 per cento dei quali verranno destinati all'economia circolare. Ma perché questa transizione vada avanti e vengano colte le opportunità è necessario superare la "sindrome nimby" per favorire la costruzione degli impianti necessari. L'ha affermato oggi Marco Patuano, il presidente di A2A intervenendo al webinar organizzato da askanews e dall'Ufficio in Italia del Parlamento europeo sul tema dell'economia circolare e del Pnrr.

"Noi abbiamo appena approvato un piano, che per la prima volta nella storia dell'azienda è un piano decennale, perché le ambizioni che vengono sia a livello comiunitario che nazionale sono ambizioni di medio periodo tanto nella transizione energetica quanto nell'economia circolare e quindi è bene iniziare a dotarsi di un piano di risorse che guardi a un periodo sufficientemente allungato", ha spiegato Patuano.

"In secondo luogo - ha proseguito - le innovazioni tecnologiche sono tali per cui bisogna cominciare a inserire nel ragionamento una serie di elementi che oggi sembrano essere relativamente piccoli ma che col passare del tempo diventano molto importanti. Faccio un esempioe per tutti: l'idrogeno è oggi un tema molto dibattuto, discusso, con chi è favorevole o contrario, ma quando si immettono enormi risorse nella ricerca e si crea un contesto favorevole, poi i prodotti arrivano. Sicuramente l'idrogeno sarà uno degli elementi determinanti per una transizione energetica che va a braccetto con le tematiche dell'economia circolare e della sostenibilità del pianeta".

Il piano di a2a, ha spiegato il suo presidente, "include 16 miliardi di investimenti tutti fatti con risorse proprie, che non richiedono un euro al Pnrr, che potrebbe andare in aggiunta, abbiamo presentato alcuni progetti che confidiamo vengano valutati positivamene e ricevano quindi il supporto da parte della comunità europea".

L'investimento sarà - ha precisato Patuano - per "il 60 per cento nella transizione energetica, dove la parte del leone la fanno le fonti energetiche rinnovabili, circa il 40 per cento sul mondo dell'economia circolare".

Perché però questo percorso proceda, secondo Patuano, è necessario superare dei tabù e bisogna "aprire un tavolo di discussione con la politica su dove fare gli impianti, non chiediamo un singolo euro, siamo disponibili a investire con capitali privati".

Quello che serve, per il presidente di a2a è uscire dalla "sindrome Nimby" e "avere una discussione matura": "Noi - ha concluso Patuano - siamo disponibili a fare gli impianti che servono, dove servono, con capitali privati in assoluto accordo con decisioni politiche e rispetto delle decisioni politiche locali. Abbiamo dimostrato che queste cose si possono fare con un accordo della politica e, ancor di più, con un accordo della politica locale".